Bertolt Brecht : “Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente”





Non mi piace pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..  “ Non c’è niente di più profondo di ciò  che appare in superficie “





Pino Ciampolillo


Saturday, January 06, 2018

Sicilia, Musumeci accusa: “La Regione ha 8 miliardi di debiti. Terreno minato che peserà sull’attività del governo”

Sicilia, Musumeci accusa: “La Regione ha 8 miliardi di debiti. Terreno minato che peserà sull’attività del governo”











Il neogoveratore convoca una conferenza stampa per "fare una operazione verità" sullo stato di salute delle casse dell'isola.  L'assessore al Bilancio: "Il debito costa 360 milioni di interessi all’anno. Mentre i debiti fuori bilancio stimati hanno un valore di 120 milioni di euro. Non sappiamo quale sia la cifra esatta dei debiti fuori bilancio"








Un disavanzo di 5 miliardi e 900 milioni di euro e un indebitamento di 8 miliardi e 35 milioni di euro. È la fotografia, seppur ancora parziale, dei conti della Regione Siciliana fatta da una commissione tecnica incaricata dal governo di Nello MusumeciNumeri, che per la verità, sono stati resi noti più volte dalla Corte dei conti e pubblicati anche dal fattoquotidiano.it. Il neo presidente, però, ci ha tenuto a convocare una conferenza stampa per “fare una operazione verità” sullo stato di salute delle casse dell’isola.
“Sui conti della Regione ci muoviamo su un terreno minato. Mi risulta che alcuni beni immobili non sono stati neppure accatastati. Non sono stati neppure individuati gli obiettivi programmatici finalizzati a ridurre il debito pubblico”, ha attaccato Musumeci, che si è presentato in conferenza stampa insieme a Gaetano Armao, tornato assessore al Bilancio dopo esserlo stato durante il governo di Raffaele Lombardo. “Il debito di otto miliardi costa alla Regione 360 milioni di interessi all’anno. Mentre i debiti fuori bilancio stimati hanno un valore di 120 milioni di euro. Non sappiamo quale sia la cifra esatta dei debiti fuori bilancio”, ha spiegato lo stesso Armano, che poi ha annunciato il rinegoziamento di alcune operazioni finanziarie fatte dai governi della Regione negli ultimi vent’anni anni per abbattere gli interessi che incidono sulle casse pubbliche per 360 milioni all’anno. Per quanto riguarda il disavanzo, il vice di Musumeci ha sottolineato che “le coperture ci sono anche se discutibili“. 


Il governo, in pratica ha messo le mani avanti.  “Con un bilancio come quello illustrato oggi noi non possiamo farci troppe illusioni, almeno per i prossimi tre anni, questa situazione contabile peseràassai sull’attività del governo. Abbiamo il dovere di dirlo per non alimentare aspettative. Dobbiamo contenere la spesa pubblica e dobbiamo pensare a investimenti per alimentare la crescita e i consumi e, quindi, l’occupazione”, ha detto il presidente eletto dal centrodestra. Che ha poi anticipato l’intenzione di riaprire i negoziati con lo Stato, per ottenere la piena attuazione delle norme dello statuto autonomistico in materia fiscale e finanziaria. Nelle trattative il governo vuol portare anche la riparametrazione del contributo che la Sicilia versa per il risanamento della finanza pubblica e aprire un confronto sul cofinanziamento alla spesa sanitaria. In pratica saranno cancellati gli accordi siglati con Roma dall’ex governatore Rosario Crocetta per l’Irpef e l’Iva. Crocetta, però, aveva rinunciato in cambio ai ricorsi davanti alla Consulta.








L’Ars mette da parte la nuova legge elettorale per i Comuni e Crocetta rispolvera Fiumefreddo a Riscossione Sicilia



Di fatto, a Sala d’Ercole, è volata via una settimana politica e parlamentare all’insegna del nulla mescolato col niente. E’ stata riapprovata una legge sulle Province che verrà contestata da Roma. Mentre Crocetta ha riproposto al vertice di Riscossione Sicilia l’uomo che, in Tv, ha sputtanato mezza Assemblea regionale siciliana, PD siciliano compreso. Risultato: invece di discutere di cose serie, i dirigenti del PD attaccheranno Crocetta. ‘Inchiummata’ la nuova legge elettorale sui Comuni. E via libera all’Autorità Portuale imperniata su Augusta (‘trombata’ Messina)
Recita un celebre motivo di Lucio Dalla: 
“Con un’aria da commedia americana sta finendo anche questa settimana. Ma l’America è lontana, dall’altra parte della luna…”.
Non sappiamo se quella andata in scena questa settimana all’Assemblea regionale siciliana sia stata una commedia americana: ma una commedia lo è stata di certo. Una commedia del nulla: perché una settimana politica e parlamentare è volata via all’insegna del nulla.
Che spettacolo penoso, ragazzi! Pronto accomodo, la presidenza dell’Ars, ancora una volta, ha nascosto la mozione che dovrebbe obbligare il presidente della Regione a ridiscutere con Roma il ‘Patto scellerato’ che ha fatto perdere alla Sicilia ‘solo’ 5 miliardi di Euro. E’ l’accordo siglato nel Giugno del 2004 dal presidente della Regione, Rosario Crocetta, con il Governo Renzi. Accordo con il quale Rosario da gela ha, di fatto, regalato a Roma 5 miliardi di Euro che una sentenza della Corte Costituzionale ha riconosciuto alla Regione siciliana.
Ma Crocetta ha rifiutato. Con questi soldi la Regione non vivrebbe i drammatici problemi che vive oggi. Ma i problemi non li vivono né Crocetta, né i parlamentari di Sala d’Ercole. Li vivono i Comuni, le ex Province e le tante categorie lasciate senza risorse finanziarie. Cosa volete che gliene freghi a questi politici dei problemi veri?
Sia chiaro: la mozione eventualmente approvata dall’Ars per impegnare il presidente Crocetta a ridiscutere il ‘Patto scellerato’ non sarebbe risolutiva: sarebbe solo un segnale politico a Roma. Ma Renzi non vuole nemmeno questo disturbo. E la presidenza dell’Ars si adegua. Squallore istituzionale e politico.
Per il resto, dicevamo, una settimana politica e parlamentare all’insegna del nulla mescolato col niente. Riapprovata una legge inutile sulle Province (come vi abbiamo raccontato qui). Con il presidente Crocetta che ieri ha riconfermato l’avvocato Antonio Fiumefreddo al vertice di Riscossione Sicilia spa, questa volta nel ruolo di amministratore delegato.
Fiumefreddo ha sputtanato in Tv la stragrande maggioranza dei parlamentari dell’Ars, definendolo evasori. E Crocetta, come se non fosse successo nulla, l’ha riconfermato.
Il ragionamento del presidente della Regione si riassume in una sola domanda: tanto i parlamentari dell’Ars che cosa mi possono fare? Una mozione di sfiducia? E loro vanno a casa con me. E siccome nessuno, a Sala d’Ercole, vuole rinunciare a oltre un anno e mezzo di diaria parlamentare, io, Rosario Crocetta, rinomino Fiumefreddo e vado avanti.
Il PD farà storie? Si sono presi quasi tutto. Sono un presidente della Regione più che dimezzato. Mi sono tenuto solo Sicilia-E Servizi spa dove ho sistematoAntonio Ingroia, e Riscossione Sicilia spa, dove ho rimesso Antonio Fiumefreddo. Quanto ai parlamentari dell’Ars e al PD, beh, si possono attaccare al tram. Tanto a Palermo ormai un tram c’è: mezzo ‘sgarrupato’, che serve meno dell’1 per cento dei cittadini di Palermo: ma c’è: a questa tram, se vogliono, si possono attaccare i deputati dell’Ars che mi criticano e lo stesso segretario regionale del PD siciliano, Fausto Raciti. Ma sì, che sì attacchino tutti al tram…
Raciti e i parlamentari del PD, che non trovano affatto strano che la Sicilia sia stata ‘rapinata’ dal Governo Renzi, trovano insopportabile che Crocetta si sia ‘ribellato’ al PD e abbia rinominato Fiumefreddo. Disobbedire a Raciti, alla bella Alice Anselmo (la capogruppo all’Ars di quello che resta del PD, quella che c’è ma non si vede), a Giovanni Panepinto con la sua barba:
Crocetta, ma che ci combina? Ora tutti i giornali saranno pieni delle dotte considerazioni politiche di Raciti su Fiumefreddo, delle dichiarazioni di Panepinto: già immaginiamo i grandi contenuti politici di queste polemiche…
E oltre la Fiumefreddo story? Dopo mesi di dibattiti nella prima commissione legislativa (Affari istituzionali), quando sembrava che la nuova legge elettorale per i Comuni – scheda unica ed effetto di trascinamento delle liste sul candidato sindaco – sarebbe stata approvata, la presidenza dell’Ars – leggere il presidente Giovanni Ardizzone – ha rimandato il testo alla stessa prima commissione.
Tra quindici giorni, se la commissione non darà notizie, il testo tornerà in Aula. Buona notte!
Di fatto, la nuova legge elettorale per i Comuni siciliani è stata accantonata. Lo scrive sulla propria pagina facebook la parlamentare regionale del PD, Marika Cirone Di Marco:
“Una scelta saggia quella operata oggi dall’Ars (ieri per chi legge ndr), su proposta del PD, di rinviare in Commissione Affari Istituzionali il ddl ‘Modifica di norme in materia di elezione del sindaco e del consiglio comunale’. Saggia per almeno tre motivi, trattandosi di materia incandescente soprattutto in vista di un turno elettorale già fissato per Giugno:
1)dare tempo per ascolto e condivisione con rappresentanti dei Comuni;
2)approfondire in ogni aspetto il ragionamento circa efficacia cd voto di trascinamento;
3)consentire ai gruppi dirigenti e all’elettorato di avere il tempo necessario per assorbire le novità. Per quest’ultima ragione ho presentato un emendamento che nel momento in cui il ddl torni in Aula per la discussione, fissa l’entrata in vigore della legge al 1 gennaio 2017”.
Insomma, addio alla legge elettorale. A Giugno si voterà con la legge elettorale attuale. Quella che ha consetito a Leoluca Orlando di portarsi a casa 30 consiglieri comunali su 50 a Palermo…
Il presidente dell’Ars, Ardizzone, prossimo candidato a sindaco di Messina, potrà candidarsi con la vecchia legge elettorale.
Sempre nella pagina dell’onorevole Cirone Di Marco leggiamo:
Buone notizie. Approvato dalla Conferenza Stato/Regioni il decreto legislativo che istituisce il nuovo sistema delle Autorità Portuali con il riconoscimento della città di Augusta come sede. Si perfeziona con questa essenziale conferma la scelta strategica sostenuta con determinazione dal Ministro Delrio a favore del nostro territorio, frutto di una sinergia tra comunità locale, deputazione, portatori di interesse. I prossimi passaggi riguarderanno l’esame del provvedimento da parte delle Commissioni di merito di Camera e Senato. Resta ampio margine per una decisa iniziativa della Regione protesa a richiedere l’ampliamento dei confini dell’Autorita Portuale verso la Targia e Pozzallo. A questo obiettivo occorre porsi con lungimiranza, vincendo resistenze miopi, nel rispetto della logica e degli interessi convergenti di quel Distretto del Sud Est, le cui caratteristiche e potenzialità si affermano ogni giorno di più”.
Insomma, addio all’Autorità Portuale che avrebbe dovuto vedere assieme Messina con Gioia Tauro.

I 5.000.000.000 DI EURO CHE LA SICILIA REGALA A RENZI 



5 MILIARDI DI EURO, AUTORITA' PORTUALE, BACCEI, CITTA' METROPOLITANE, CROCETTA, FARAONE, FIUMEFREDDO, INGROIA, LUMIA, Orlando, RENZI, RISCOSSIONE SICILIA, SENTENZA 255 2014 CORTE COSTITUZIONALE,

Thursday, January 04, 2018

2005 U BOLOGNA 12 OTTOBRE SI DIMETTE DA VICESINDACO PORTOBELLO NON MI FACEVA FARE IL SINDACO 12 OTTOBRE INTERVISTA A TELEOCCIDENTE 14 OTT 2005

2005  U BOLOGNA 12 OTTOBRE  SI DIMETTE DA VICESINDACO PORTOBELLO NON MI FACEVA FARE IL SINDACO 12 OTTOBRE INTERVISTA A TELEOCCIDENTE 14 OTT 2005



                                                                                                                                                   ISOLA DELLE FEMMINE TRA AFFARI E POLITICA A CRONACA ATTRAVERSO GLI ATTI E I DOCUMENTI
    
    
    
    
    
    
“A  CHE SERVE ESSERE VIVI SE NON SI HA IL CORAGGIO DI LOTTARE” 
Pippo Fava 


I Sindaci del Comune dal 1834 ad oggi
Anno
Cognome e Nome
Carica Rivestita
1834 - 1859
   Erasmo Di Maggio
Delegato del Sindaco di Capaci
1859
   Vincenzo Di Maggio
Sindaco
1887
   Orazio Di Maggio
Sindaco
1900
   Francesco Di Maggio
Sindaco  
1921
   Vincenzo Di Maggio
Sindaco
1926
   Vincenzo Di Maggio
Podestà
1946
   Francesco Di Maggio
Sindaco
1956
  Giuseppe Lima  26/04/1923 
Sindaco
1960
   Antonio Di Maggio
Sindaco
1964
   Giuseppe Lima  26/04/1923 
Sindaco
1968
   Vincenzo Di Maggio
Sindaco
Giugno 1983/Ottobre1985
   Antonino Lo Bianco
Sindaco
Novembre 1984/Dicembre 1985
   Giuseppe Ferrante
Sindaco
Gennaio 1986/Giugno 1986
   Giuseppe Mendola
Commissario Prefettizio
Ottobre 1986/Novembre 1986
   Amilcare Ambrosetti
Commissario Prefettizio
1986
   Vincenzo Di Maggio
Sindaco
1992
   Giuseppe Mannino
Facente Funzione
1993
   Stefano Bologna   
Nomina Commissariale
1995
   Stefano Bologna
Sindaco
1999
   Stefano Bologna
Sindaco
2004
   Gaspare Portobello
Sindaco
2009
   Gaspare Portobello
Sindaco
18 Novembre 2014/
   Stefano Bologna
Sindaco



Dottor Giuseppe Lima, fratello del deputato Salvo Lima, nasce a Palermo il 26 aprile 1935 assume la carica di direttore sanitario dell’ospedale civico di palermo dal 1974 al 1988.

Sindaco di Isola delle Femmine dal 1956 al 1960 dopo una legislatura di antonio di maggio viene rieletto lima giuseppe dal 1964 al 1968


 Beppe Lima al ministro: "Non rompermi i c... e fai atterrare a Punta Raisi il tuo aereo". E il malato atterrò a Napoli due ore dopo con l' aereo del ministro. Tempi andati, un' altra èra. Allora comandavano, i Lima.

6 novembre 1981 Omicidio di Sebastiano Bosio. A Palermo, è ucciso il chirurgo Sebastiano Bosio. Secondo le dichiarazioni di tre collaboratori di giustizia, aveva curato male Pietro Fascella nato a Palermo il 10.04.1935;, ferito dalla polizia in un blitz durante un summit di mafia.


NINO MADONIA Fu arrestato nel 1987, tuttavia nonostante l'ergastolo inflittogli al maxiprocesso di Palermo, il più importante boss della Commissione dei mafiosi siciliani trascorse diversi mesi non nel Carcere dell'Ucciardone, ma all'Ospedale Civico di Palermo. Il direttore dell'edificio sanitario era Giuseppe Lima, fratello di Salvo Lima, membro del parlamento e sospettato di legami con la Mafia


TRIBUNALE PENALE E CIVILE DI PALERMO  I^ SEZIONE PENALE VERBALE DI TRASCRIZIONE UDIENZA

Proc. Penale
Ud. del 22/05/96
A CARICO DI GIULIO ANDREOTTI


BONFERRARO S.:
E allora, ripeto il padre dell'onorevole Lima Salvatore si identifica per Lima Vincenzo  di Giuseppe e Pergola Maria nato a Palermo l'08/02/1894 deceduto il 03/06/1979. Lo stesso si è coniugato in prime nozze l'1/07/1922 con Rao Vittoria di Salvatore e Taormina Domenica nato a Patti l'1/07/1906, deceduto a Palermo il 06 agosto 1972; entrambi erano già residenti in questo viale Lazio. Il 02/10/1972 Lima Vincenzo si è risposato con Chiarello Anna fu Francesco e fu Milazzo Rosalia nato a Palermo l'11 gennaio 1926. Gli stessi, dopo le nozze andavano a risiedere in questa via Tascalanza; via Tascalanza sarebbe una, diciamo parallela della via Regione Siciliana. Chiarello Anna, alla morte del coniuge, invece andava ad abitare in via Carmelo Trassello, una traversa di Corso Calatafimi. Dall'unione con la prima moglie, quindi Rao Vittoria, sono nati Lima Giuseppe il 26/04/1923 ivi residente in via Pignatelli D'Aragona, già direttore e sanitario dell'ospedale Civico di Palermo, pregiudicato per furto, coniugato lo stesso in prime nozze con Bergomi Caterina di Bartolo e Sidoti Giuseppa, nata a Palermo l'11 febbraio del 1925 che è deceduta nel 1989. Alla morte di questa il Lima Giuseppe si è rispostato nel 1922 con Gucciardo Giuseppa nata a Termini Imerese il 02/12/1938. Poi abbiamo Lima Maria....



Palermo.  20 dicembre 2011 Tra il primario dell'ospedale Civico Sebastiano Bosio, ucciso il 6 novembre 1981 sotto il suo studio medico da Cosa nostra, e l'allora direttore sanitario del Civico Beppe Lima c'erano rapporti tesi. «Tra i due c'era un rapporto di discussioni accese e Bosio durante le riunioni tra primari si alzava spesso per contestarlo». A confermarlo in aula, davanti ai giudici della Corte d'assise di Palermo, al processo per l'omicidio Bosio, è il professor Renato Albiero, ex collega di Bosio. Interrogato dal pm Lia Sava, Albiero, oggi settantenne, ricorda i rapporti non idilliaci tra Bosio e Lima, fratello dell'ex deputato Dc ucciso nel '92 dalla mafia. Alla sbarra un unico imputato, Antonino Madonia, collegato in videoconferenza. «Bosio non faceva parte dell'entourage di Lima - dice Albiero - e non gliele mandava a dire». Alla domanda se Lima avrebbe fatto pressioni per il ricovero di personaggi vicini alla mafia, Albiero ha risposto: «A me personalmente no, ma io arrivavo da Verona ed ero ritenuto »inaffidabile«. Quindi non mi è mai stato chiesto nulla». Lo stesso Albiero ricorda poi di avere avuto tra i suoi pazienti personaggi 'eccellentì vicini a Cosa nostra, tra cui uno dei fratelli Greco. Nell'ultima udienza la vedova di Bosio, Rosalba Patania, ha ricordato una telefonata «molto accesa» tra il marito e Beppe Lima. «Mio marito gli disse con tono arrabbiato: 'se continui ti denuncio'. Io ero agitata. Sicuramente si trattava di un ricovero che mio marito non voleva fare». E alla domanda se si è fatto un'idea sul motivo che ha portato Cosa nostra all'uccisione del medico, Albiero ha detto: «Secondo le chiacchiere che giravano avrebbe rifiutato di fare delle prestazioni sanitarie».
Alla domanda se ricorda dei ricoveri di personaggi mafiosi nel reparto della vittima, il medico risponde: «Sì, certo. Ricordo, ad esempio, il ricovero di
Pietro Fascella. Gli abbiamo salvato la gamba che era in condizioni disastrose. Fu ricoverato poco prima dell'omicidio del professor Bosio». Non ha saputo rispondere, così come poco prima l'altro teste, Renato Albiero, se ci fossero state delle pressioni da parte dell'allora dirigente sanitario Beppe Lima per il ricovero di qualcuno. «Non mi risulta», si limita a dire Aricò. Occhi puntati anche sulla permanenza dei detenuti nei reparti. Così, poco prima, durante la prima testimonianza, Renato Albiero ha ricordato dui avere ricoverato nel suo reparto uno dei due fratelli Greco. «Lo tenemmo nel reparto meno del solito e qualcuno si era meravigliato. Non era frequente che chi entrava nel reparto del detenuto restava poco tempo. C'era l'abitudine dei detenuti di allungare i tempi di permanenza»




IN CALCE……………

2005 LE DIMISSIONI DI STEFANO BOLOGNA DA CARICA DI VICESINDACO LE MOTIVAZIONI CON LA RISPOSTA  DEL SINDACO PROFESSORE GASPARE PORTOBELLO

L’ASSESSORE FRANCESCO CRISCI AI LAVORI PUBBLICI LE DIMISSIONI LICENZE ABUSIVISMO SENTENZE CORTE DI CASSAZIONE ELEZI9ONI AMMINISTRATIVE LE DIMISSIONI…..

I TANTI LIBRI DEI SOGNI DELLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI DI ISOLA DELLE FEMMINE OPERE TRIENNALI

BILANCI DI PREVISIONE BILANCI CONSUNTIVI DELIBERAZIONI DELLA CORTE DEI CORTE DEI CONTI I COSSASSARI AD ACTA

UFFICIO TRIBUTI LA GESTIONE LE EVASIONI INCASSI I RUOLI LE ESTERNALIZZAZIONI

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 1999 UFFICIO LEGISLATIVO E LEGALE DELLA REGIONE SICILIA

LE COMMISSIONI EDILIZIE COMUNALI

LA NUOVA CASERMA DEI CARABINIERI A ISOLA DELLE FEMMINE

CIMITERO ORDINANZE  CONTIGIBILI

CIMITERO ORDINANZE RICORSI AL TAR SENTENZE PARERI  CGA REQUISIZIONI ORDINANZA URGENTI E CONTIGIBILI

COPIE DI GIORNALI  LETTERE ANONIME

COPERATIVA LA TIZIANA

ZANGARA ANGELA

ROCCO RAPPA UFFICIO COMUNALE DELLE IMPOSTE E DEI TRIBUTI

RAPPA INGEGNERE ROCCO

IMPRESE EDILI  COOPERATIVA LA TIZIANA SOCI  DELIBERE CONSIGLIO DI GIUNTA  DECRETO ASSESSORIALE RICORSI AL TAR ORDINANZE SINDACALI ZANGHI CATALANO BOLOGNA ROCCO ING RAPPA SCALICI INVERNALE Impresa edile immobiliare Antonella s.r.l. BRUNO GIOVANNI Via F. Petrarca 2  Isola delle Femmine 90040 Palermo LA MORGANTINA La Tiziana Societa' Cooperativa Edilizia A Responsabilita Limitata Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Aiello Costruzioni S.R.L.Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Sorelle Pomiero S.N.C. Di Maria Grazia Pomiero
Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA SALVATORE D'ACQUISTO, 2, 90040, Isola Delle Femmine
Edil C.P. Di Coniglio Emanuele & C. S.A.S. Costruzione di edifici residenziali e non residenziali PUGLISI BALDASSARE CONIGLIO EMANUELE VIA ROMEO, 67, 90040, Isola Delle Femmine Immobiliare Antonella - S.R.L. Costruzione di edifici residenziali e non residenziali BRUNO FRANCESCO BILLECI VASSALLO  Saliceto Srl
Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA GAETANO LONGO, 8, 90040, Isola Delle Femmine
Sialma Casa S.R.L. Il Registro Imprese Non Garantisce La Corrispondenza Degli Assetti Proprietari Con La Reale Compagine Sociale, Poiche' La Societa' Non Ha Provveduto All'aggiornamento Dati Previsto SIRCHIA ALTADONNA MANNINO Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA MAZZINI,16,, 90040, Isola Delle Femmine, Palermo Isolana Costruzioni E Restauri S.A.S. Di De Rosa Giuseppe Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Tourist Holidays - S.R.L. In Liquidazione Il Registro Imprese Non Garantisce La Corrispondenza Degli Assetti Proprietari Con La Reale Compagine Sociale, Poiche' La Societa' Non Ha Provveduto All'aggio Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA LIBERTA', 52, 90040, Isola Delle Femmine Canepa Salvatore Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA GARIBALDI, 27, 90040, Isola Delle Femmine, Palermo COOPERATIVA APOLLONIA GEOM AMODEO Isla  Srl Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA DELL'AGRICOLTURA, 5VIA DELL'AGRICOLTURA, 5, 90040, Isola Delle Femmine Pagano Gaetano Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Scalici Giuseppe Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Puccio Prestigiacomo Costruzioni S.N.C. Di Puccio Giuseppe, Puccio Orazio E Prestigiacomo Gaetano.Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Sicileas S.R.L.Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA LIBERTA', 128/A, 90040, Isola Delle Femmine

ZSAPPADA

ANCHE I BANCARI PIANGONO PER IL PASSATO PER IL PRESENTE E PER IL FUTURO.

VITA UN SUICIDIO PER LA VITA AVEVA SOLO 30 ANNI MA ERA GIOVANE ERA GIOIOSO ERA MOTIVATO ERA INGEGNOSO  ERA CREATIVO  ERA LIBERO  ERA UMANO

La lettera di Michele:

“Ho vissuto (male) per trent’anni, qualcuno dirà che è troppo poco. Quel qualcuno non è in grado di stabilire quali sono i limiti di sopportazione, perché sono soggettivi, non oggettivi. Ho cercato di essere una brava persona, ho commessi molti errori, ho fatto molti tentativi, ho cercato di darmi un senso e uno scopo usando le mie risorse, di fare del malessere un’arte. Ma le domande non finiscono mai, e io di sentirne sono stufo. E sono stufo anche di pormene. Sono stufo di fare sforzi senza ottenere risultati, stufo di critiche, stufo di colloqui di lavoro come grafico inutili, stufo di sprecare sentimenti e desideri per l’altro genere (che evidentemente non ha bisogno di me), stufo di invidiare, stufo di chiedermi cosa si prova a vincere, di dover giustificare la mia esistenza senza averla determinata, stufo di dover rispondere alle aspettative di tutti senza aver mai visto soddisfatte le mie, stufo di fare buon viso a pessima sorte, di fingere interesse, di illudermi, di essere preso in giro, di essere messo da parte e di sentirmi dire che la sensibilità è una grande qualità.


Tutte balle. Se la sensibilità fosse davvero una grande qualità, sarebbe oggetto di ricerca. Non lo è mai stata e mai lo sarà, perché questa è la realtà sbagliata, è una dimensione dove conta la praticità che non premia i talenti, le alternative, sbeffeggia le ambizioni, insulta i sogni e qualunque cosa non si possa inquadrare nella cosiddetta normalità. Non la posso riconoscere come mia.
Da questa realtà non si può pretendere niente. Non si può pretendere un lavoro, non si può pretendere di essere amati, non si possono pretendere riconoscimenti, non si può pretendere di pretendere la sicurezza, non si può pretendere un ambiente stabile.
A quest’ultimo proposito, le cose per voi si metteranno talmente male che tra un po’ non potrete pretendere nemmeno cibo, elettricità o acqua corrente, ma ovviamente non è più un mio problema. Il futuro sarà un disastro a cui non voglio assistere, e nemmeno partecipare. Buona fortuna a chi se la sente di affrontarlo.
Non è assolutamente questo il mondo che mi doveva essere consegnato, e nessuno mi può costringere a continuare a farne parte. È un incubo di problemi, privo di identità, privo di garanzie, privo di punti di riferimento, e privo ormai anche di prospettive.
Non ci sono le condizioni per impormi, e io non ho i poteri o i mezzi per crearle. Non sono rappresentato da niente di ciò che vedo e non gli attribuisco nessun senso: io non c’entro nulla con tutto questo. Non posso passare la vita a combattere solo per sopravvivere, per avere lo spazio che sarebbe dovuto, o quello che spetta di diritto, cercando di cavare il meglio dal peggio che si sia mai visto per avere il minimo possibile. Io non me ne faccio niente del minimo, volevo il massimo, ma il massimo non è a mia disposizione.
Di no come risposta non si vive, di no si muore, e non c’è mai stato posto qui per ciò che volevo, quindi in realtà, non sono mai esistito. Io non ho tradito, io mi sento tradito, da un’epoca che si permette di accantonarmi, invece di accogliermi come sarebbe suo dovere fare.
Lo stato generale delle cose per me è inaccettabile, non intendo più farmene carico e penso che sia giusto che ogni tanto qualcuno ricordi a tutti che siamo liberi, che esiste l’alternativa al soffrire: smettere. Se vivere non può essere un piacere, allora non può nemmeno diventare un obbligo, e io l’ho dimostrato. Mi rendo conto di fare del male e di darvi un enorme dolore, ma la mia rabbia ormai è tale che se non faccio questo, finirà ancora peggio, e di altro odio non c’è davvero bisogno.
Sono entrato in questo mondo da persona libera, e da persona libera ne sono uscito, perché non mi piaceva nemmeno un po’. Basta con le ipocrisie.
Non mi faccio ricattare dal fatto che è l’unico possibile, io modello unico non funziona. Siete voi che fate i conti con me, non io con voi. Io sono un anticonformista, da sempre, e ho il diritto di dire ciò che penso, di fare la mia scelta, a qualsiasi costo. Non esiste niente che non si possa separare, la morte è solo lo strumento. Il libero arbitrio obbedisce all’individuo, non ai comodi degli altri.
Io lo so che questa cosa vi sembra una follia, ma non lo è. È solo delusione. Mi è passata la voglia: non qui e non ora. Non posso imporre la mia essenza, ma la mia assenza si, e il nulla assoluto è sempre meglio di un tutto dove non puoi essere felice facendo il tuo destino.
Perdonatemi, mamma e papà, se potete, ma ora sono di nuovo a casa. Sto bene.
Dentro di me non c’era caos. Dentro di me c’era ordine. Questa generazione si vendica di un furto, il furto della felicità. Chiedo scusa a tutti i miei amici. Non odiatemi. Grazie per i bei momenti insieme, siete tutti migliori di me. Questo non è un insulto alle mie origini, ma un’accusa di alto tradimento.
P.S. Complimenti al ministro Poletti. Lui sì che ci valorizza a noi stronzi.
Ho resistito finché ho potuto.”



“ NON SUSSISTE IL DELITTO DI DIFFAMAZIONE QUALORA L’AGENTE ESERCITI IL DIRITTO DI CRITICA POLITICA, ANCHE SE ESPRESSA CON “VIS” POLEMICA, PURCHE’ SUSSISTA L’INTERESSE PUBBLICO DELLA CONOSCENZA DEI FATTI; “NELLE COMPETIZIONI POLITICHE  E’ LECITO, IN QUANTO RIENTRA NELL’ESERCIZIO DI LIBERTA’ GARANTITI A TUTTI I CITTADINI DALLA COSTITUZIONE, CRITICARE,  DI APPROVARE ANCHE CON ESPRESSIONI E TONI ASPRI, FATTI E COMPORTAMENTI DEGLI AVVERSARI.

Nel caso di specie, al fine di valutare correttamente il contesto in cui e’ stato scritto il messaggio occorre precisare che giuseppe ciampolillo e’ coordinatore del comitato cittadino “isola pulita”, attivo nella salvaguardia dei diritti dei cittadini di isola delle femmine.

Se affermazioni del genere di quelle profferite dal ciampolillo fossero vietate dal nostro ordinamento giuridico, e non “coperte” dalla garanzia costituzionale dell’art 21, si correrebbe il rischio di criminalizzare tutte le manifestazoni del dissenso politico. Si ritiene invece che il diritto di critica politica sia un diritto primario e fondamentale, linfa di qualsiasi sistema democratico, il cui esercizio deve essere sempre garantito.

In tale contesto, quindi, l’utilizzazione di espressioni particolarmente aspre (quale “papocchio del p.r.g.) appare scriminato dal diritto di critica dei cittadini nel confronti dei pubblici amministratori”. Carlo marzella archiviazione

TUTTO CIO’ CHE IL CIAMPOLILLO AVEVA RASSEGNATO (IN TERMINI DI DESCRIZIONE GENERALE DEL CONTESTO POLITICO-AMMINISTRATIVO DEL COMUNE) – NELL’ARTICOLO OGGI ADDITATO AD EVIDENZA DIFFAMATORIA – POTEVA DIRSI VERO E, ADDIRITTURA PREMONITORE DI FUTURE VERITA’.

SE BEN SI LEGGE, NON VI E’ UN DIRETTO CONTENUTO OFFENSIVO RIVOLTO AL SINDACO MA SOLTANTO L’ACCORATO INVITO DEL GIORNALISTA ( FATTO A NOME DI TUTTI I CITTADINI) AFFINCHE’ FOSSE DATA PROVA DI UNA SOLUZIONE DI CONTINUO RISPETTO AL PASSATO E DI UNA DIVERSA GESTIONE DELL’AMMINISTRAZIONE E DELLA POLITICA AMBIENTALE DELLA CITTA’ .

NEL NOSTRO CASO – RIBADIAMO – LA CRITICA POLITICA POSTA DAL CIAMPOLILLO AVEVA NATURA DI VERITA’, DIMOSTRATA DAI SUCCESSIVI PROVVEDIMENTI DEL PREFETTO E DEL MINISTRO DEGLI INTERNI E ADDIRITTURA CULMINATA CON L’INCANDIDABILITA’ DELL’ODIERNA PERSONA OFFESA SANCITA DA UNA SENTENZA DEL TRIBUNALE DI PALERMO DEL 17 GIUGNO 2013. N 132 DEL 10 GIUGNO

E’ ABBASTANZA CHIARA E SOPRATTUTTO QUANDO LE FUNZIONI POLITICHE O DI ALTA RAPPRESENTANZA SVOLTE DAL SOGGETTO DESTINATARIO DELLE CRITICHE SI MANIFESTAINO PARTE CONNATURATA ALLA LIBERA ESPRESSIONE DEL PENSIERO E COMUNQUE, ALLA NATURA DELLA DIALETTICA DOMOCRATICA.

Inoltre, tanto erronea quanto ultronea risulta l’opinione dei Carabinieri della locale Stazione, per cui l’accaduto dovrebbe ricondursi a “discordanze dovute ad una appartenenza a diverse ideologie politiche … a motivi legati ad una sana competizione politica, in cui gli emissari della minoranza, nella circostanza il Ciampolillo, coglievano l’occasione per attaccare la maggioranza” (v. relazione CC di Isola delle Femmine  del 17.01.2012 procedimento penale 9443 2011  PM  laura vaccaro GIP MICHELE ALAJMO)

giova evidenziare che il Sig. Ciampolillo non appartiene (né apparteneva) ad alcun gruppo politico, non riveste alcun ruolo istituzionale e, soprattutto, lungi dall’operare in qualità di emissario di partito, nella vicenda de qua esercitava semplicemente il proprio diritto d’informazione. (procedimento penale 9443 2011  PM  laura vaccaro GIP MICHELE ALAJMO)

Orbene, premesso che l’attività intrapresa dalla persona offesa rientra senza dubbio alcuno nel libero esercizio del diritto di cronaca, non v’è chi non veda come risulti quantomeno curioso immaginare che un soggetto possa fotografare una zona interessata da un intervento di operatori ecologici in modo minaccioso: ad arrecare turbamento all’amministratore locale poteva essere, semmai, la documentazione di un’operazione illecita, posta in essere in assenza delle prescritte autorizzazioni, non certo un pezzo giornalistico su una bonifica di uno spazio pubblico !!! (procedimento penale 9443 2011  PM  laura vaccaro GIP MICHELE ALAJMO)

In ultimo, se dubbi dovessero residuare in ordine ai contributi testimoniali offerti dai soggetti a vario titolo coinvolti nella vicenda, l’obiettiva valutazione dei contenuti della dichiarazione redatta e sottoscritta da Massa Mirella (Agente di P.M.) e gli ulteriori dati investigativi, ricavabili dall’assunzione a sommarie informazioni dei predetti Caruso e Mannino, contribuirebbero a sciogliere ogni riserva. (procedimento penale 9443 2011  PM  laura vaccaro GIP MICHELE ALAJMO)

 “Il delitto ex art. 610 c.p. si consuma nel momento in cui l’altrui volontà sia rimasta di fatto costretta a fare, tollerare od omettere qualche cosa, senza bisogno che l’azione o l’omissione abbia avuto un effetto continuativo. Trattasi di reato istantaneo, né influisce che gli effetti siano stati, o meno, permanenti” (ex plurimis, Cass. 17 dicembre 2003, n. 3403)

L’ESIMENTE DELL’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CRITICA POLITICA (ART 51 CODICE PENALE) NEL CASO IN CUI – CON LETTERA RECAPITATA AL CONSIGLIO COMUNALE – SIANO RIVOLTE ASPRE CRITICHE AD UN CONSIGLIERE CONCERNENTI FATTI RISULTATI VERI, RELATIVI AL CUMULO DI MOLTEPLICI CARICHE POLITICHE REMUNERATE , ALL’INCOMPATIBILITA’ IMPLICANTE DIMISSIONI DA ALCUNE CARICHE, ALLA POSSIBILITA’ DI ATTIVITA’ PROFESSIONALI IN CONFLITTO CON LO STESSO COMUNE, STIGMATIZZANDONE L’ATTIVITA’ IN QUANTO PREORDINATA AD “ARRAFFARE” IL PIU’ POSSIBILE PER SE’ “FREGANDOSENE” DEL RESTO, CONSIDERATO CHE IL DIRITTO DI CRITICA SI CONCRETA NELLA ESPRESSIONE DI UN GIUDIZIO O DI UN’OPINIONE CHE, NELLA SPECIE, ACCERTATA LA VERITA’ DEI FATTI E L’APPLICABILITA’ DEL DIRITTO DI CRITICA, NON E’ VIOLATO IL LIMITE DELLA CONTINENZA, TENUTO CONTO DELLA PERDITA DI CARICA OFFENSIVA DI ALCUNE ESPRESSIONI NEL CONTESTO POLITICO IN CUI LA CRITICA PUO’ ASSUMERE FORME TANTO PIU’ INCISIVE E PENETRANTI QUANTO PIU’ ELEVATA E’ LA POSIZIONE PUBBLICA DEL DESTINATARIO.

La querela si sostanzia in un’esposto-denunzia rivolto all’Autorità Giudiziaria contenente la mera narrazione di fatti a rilevanza penale (art. 120 c.p.), a cura della persona offesa o di uno fra più offesi da un medesimo fatto (reato commesso in danno di più persone).
La qualificazione giuridica dei fatti denunziati spetta all’Autorità Giudiziaria. La querela pur rivestendo natura di condizione di procedibilità per taluni delitti, non è un atto processuale, bensì un atto del privato cittadino da cui scaturisce l’apertura di un procedimento penale.
La non necessarietà del patrocinio legale per il mero atto di proposizione della querela, esclude in radice il diritto di ottenere il rimborso delle spese sostenute per l’esecuzione del mandato conferito ad un avvocato.
Gli amministratori interessati ben avrebbero potuto redigere l’atto di querela personalmente o rendere le dichiarazioni alla presenza di un pubblico ufficiale al fine di trasfonderle in un verbale di ricezione di querela orale. Inoltre, la Sezione osserva che stante la vocazione personalistica dell’offesa all’altrui reputazione insita nel reato di diffamazione a mezzo stampa, il diritto a sporgere querela a cura delle persone che si dolgono delle propalazioni diffamatorie, non è soggetto ad alcuna autorizzazione amministrativa, onde si rileva la superfluità dell’autorizzazione della Giunta comunale al confezionamento e al deposito della querela medesima. non sussistono i presupposti che consentano il rimborso delle spese legali, ai sensi della disciplina sopra illustrata, da parte del Comune a favore degli amministratori proponenti la querela.
In primo luogo si ribadisce la natura personalistica della proposizione della querela, senza necessità di assistenza tecnica e di patrocinio legale.
In secondo luogo, la descrizione del fatto attiene ad un procedimento penale avviato su iniziativa degli amministratori, e non ad un procedimento penale aperto nei confronti degli stessi, come invece richiede testualmente la normativa in questione (…”ove si verifichi l’apertura di un procedimento di responsabilità civile o penale nei confronti di un suo dipendente….”).
Inoltre, il reato ipotizzato a carico del querelato, poi archiviato, è la diffamazione, ossia una condotta criminosa d’opinione posta in essere in danno dei singoli e non dell’amministrazione locale nel suo complesso. Difetta altresì il nesso di causalità fra l’attività funzionale e i fatti assunti a base della querela. Nesso eziologico affatto esplicitato nella richiesta di parere.
Anche il riferimento alla tutela dell’immagine dell’ente locale, contenuta nella richiesta di parere, non può che individuarsi in un interesse mediato e indiretto derivante dalla tutela dell’operato e dei comportamenti ascrivibili agli amministratori, al sindaco e ai componenti della giunta, unici veri destinatari delle espressioni ritenute lesive.  SENTENZA CORTE DEI CONTI Lombardia/452/2011/PAR  12 luglio 2011  Il Direttore della Segreteria  (dott.ssa Daniela Parisini)
d.lgs 267 2000 Art. 194. Riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio 1. Con deliberazione consiliare di cui all'articolo 193, comma 2, o con diversa periodicità stabilita dai regolamenti di contabilità, gli enti locali riconoscono la legittimità dei debiti fuori bilancio derivanti da: a) sentenze esecutive; e) acquisizione di beni e servizi, in violazione degli obblighi di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 191, nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l'ente, nell'ambito dell'espletamento di pubbliche funzioni e servizi di competenza.
Legge regionale 145 1980 Art. 39 Patrocinio legale Ai dipendenti che, in conseguenza di fatti ed atti connessi all'espletamento del servizio e dei compiti d'ufficio, siano soggetti a procedimenti di responsabilità civile, penale o amministrativa, Ë assicurata l'assistenza legale, in ogni stato e grado del giudizio, mediante rimborso, secondo le tariffe ufficiali, di tutte le spese sostenute, sempre che gli interessati siano stati dichiarati esenti da responsabilità

CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. I CIVILE – sentenza 17 marzo 2015 n. 5264 – Pres. Salvago, Rel. Lamorgese – O.L. c. Comune di Turbigo – (riuniti i giudizi, rigetta il ricorso principale e dichiara assorbito il ricorso incidentale). Comune e Provincia – Amministratori – Rimborso delle spese legali – Per giudizi civili, penali od amministrativi relativi all’espletamento del servizio e all’adempimento dei compiti d’ufficio – Disciplina prevista per i dipendenti degli ee.ll. dall’art. 67 del d.P.R. 15 maggio 1987 n. 268 – Inapplicabilità – Ragioni. L’art. 67 del d.P.R. 15 maggio 1987 n. 268 (che pone a carico degli enti locali “anche a tutela dei propri diritti ed interessi” l’onere delle spese per la difesa dei propri dipendenti nei procedimenti civili, penali od amministrativi “per fatti o atti direttamente connessi all’espletamento del servizio e all’adempimento dei compiti d’ufficio… a condizione che non sussista conflitto di interessi“) non si applica agli amministratori degli enti locali. Infatti il diritto al rimborso delle spese legali relative ai giudizi di responsabilità civile, penale o amministrativa a carico di dipendenti di amministrazioni statali o di enti locali per fatti connessi all’espletamento del servizio o comunque all’assolvimento di obblighi istituzionali, conclusi con l’accertamento dell’esclusione della loro responsabilità, non compete all’assessore comunale, né al consigliere comunale o al sindaco, non essendo configurabile tra costoro (i quali operano nell’amministrazione pubblica ad altro titolo) e l’ente un rapporto di lavoro dipendente, non potendo estendersi nei loro confronti la tutela prevista per i dipendenti, né trovare applicazione la disciplina privatistica in tema di mandato (1).

9 AGOSTO 2007 GOLETTA VERDE A ISOLA DELLE FEMMINE SI PARLA DI…..

  
Goletta Verde di Legambiente nel  suo viaggio per i mari italiani ieri è approdata a  Isola delle Femmine. Completata anche l’assegnazione delle bandiere azzurre una delle quali è andata anche a Modica. La campagna di monitoraggio delle acque di balneazione realizzata con la collaborazione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Per l'occasione Legambiente Le associazioni Ambientaliste il Comitato Cittadino si sono incontrate  alla biblioteca Comunale in presenza del Sindaco Portobello.

Parlando di mare di acque di aria non si poteva non affrontare la vicenda Italcementi. Il   Dipartimento Ambiente della Regione ha diffidato  la Italcementi, con la nota n°48283 del 25 luglio 2006. L'Assessorato Territorio e Ambiente, nel provvedimento di diffida, dichiara in modo univoco che “sono stati ripetutamente violati i dettami della normativa vigente e le prescrizioni del decreto assessoriale di autorizzazione” (per quanto concerne l’utilizzo del petcoke al posto del carbone), diffidando “l’Italcementi dal continuare ad utilizzare il petcoke come combustibile, nonché a continuare ogni attività che dia luogo alla produzione di emissioni diffuse di tale composto in assenza della necessaria autorizzazione ai sensi del D. Lgs. n. 152 /2006”, evidenziando inoltre che “ogni ulteriore violazione delle prescrizioni contenute nel presente provvedimento comporterà necessariamente la sospensione delle autorizzazioni concesse” 
Gli interventi, del Comitato Isola Pulita hanno sottolineato la necessità affinchè venga intrapresa un'azione volta alla messa in sicurezza degli impianti e delle operazioni del cementificio, con preventivo accertamento dei danni causati dalle emissioni della Italcementi ai cittadini e all’ambiente

Parecchi sono stati gli interventi che hanno riguardato lo stato di salute delle acque balneabili. è stato denunciato lo stato di pericolo derivante dalla selvaggia cementificazione della costa.

Parlando della cementificazione selvaggia del territorio, non si poteva non parlare di speculazione edilizia, a tal proposito sono state espresse preoccupazioni sulla presenza della criminalità a Isola delle Femmine e tutto il comprensorio, la notizia di qualche giorno fa della cattura del boss latitante Franzese da parte dagli uomini della Catturandi in una villetta della nostra periferia, la sparizione dei Maiorana padre e figlio del 3 agosto. E a distanza di oltre 27 anni rimane ancora insoluto,  l'efferato omicidio avvenuto a pochissimi metri dalla biblioteca dell'imprenditore edile Enea Vincenzo, i cui figli dopo minacce ed intimidazioni, da parte delle famiglie mafiose sono stati costretti ad emigrare negli USA. 
Pino Ciampolillo prosegue il suo intervento denunciando il SILENZIO e L'OMERTA': "Ciò che sembra ancor più grave e preoccupante è stato e continua ad essere, a distanza dei tanti anni passati, il clima di omertà e silenzio che si è diffuso attorno a questo omicidio. Non uno, anche tra quelli che si consideravano amici.
Non un amministratore, eppure era uno di loro si il Sindaco sa perfettamente che Vincenzo Enea era un rappresentante delle istituzioni, un CONSIGLIERE COMUNALE. "

Il "dibattito" si è molto vivacizzato in particolare da parte del Sindaco che ha affermato essere del tutto fuori luogo l'accusa di Isola delle Femmine come paese ad alta influenza mafiosa. Il Sindaco si è chiuso in un religioso silenzio per quanto riguarda la la vicenda  Italcementi e la sua azione inquinante e dannosa per la salute dei Cittadini di Isola delle Femmine. 

Insomma il tutto per il Sindaco è stata una ulteriore occasione per una passerella con tarallucci vino e fotografie 


Pino Ciampolillo


ABBIAMO PARLATO DI……………………


·         ABUSIVISMO EDILIZIO 2003 5 MAGGIO BOLOGNA SINDACO   23 SETTEMBRE ALBERT D’ARPA  BRIGADIERE VITALE DOMENICO VIGILE OLIVERI ROSARIO SOPRALLUOGO I 4 VILLINI DIFFORMI BOLOGNA GAETANO PADRE BOLOGNA STEFANO 951 2 3 4 5 BUSIVISMO 14_124237
·         ACCERTAMENTI ISPETTIVI ASSESSORATO ENTI LOCALI
·         ACQUARIO MARINO Realizzazione di un acquario marino ed un  osservatorio biologico marino permanente presso la ex base Nato di Isola delle Femmine – Palermo.
·         ADDIO PIZZO 5
·         ALBERT FIORENZA COMMISSIONE EDILIZIA ESPOSTI SANATORIE LICENZIAMENTO REINTEGRO  
·         ALIQUO’ ARCH ANGELO PROGETTISTA PRG 1999 10 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO DELIBERA DI GIUNTA 150 PORTOBELLO RUBINO LUCIDO CONFERIMENTO INCARICO PER LA REDAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE E REGOLAMENTO EDILIZIO DISCIPLINARE DI INCARICO ARCH ALIQUO’ ANGELO ING USTICANO FRANCESCA RESPONSABILE UTC DOPO IL RIFIUTO DELL’AMMINISTRAZIONE A DARE INCARICO ALL’ING MANGIARDI A TITOLO GRATUITO PER LA REVISIONE DEL PRG  DOPO IL VOTO CRU
·         ALTADONNA SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert bruno sirchia altadonna mannino
·         ATTI PARLAMENTARI INTERROGAZIONI LO PRESTI ANGELA NAPOLI BRUNO RAPPA BOLOGNA ASSESSORE DIMISSIONI INFILTRAZIONI 2002 10 APRILE BOLOGNA SINDACO ATTI PARLAMENTARI PROMEMORIA Interrogazione Parlamentari su Isola delle Femmine
·         AMPLIAMENTO CIMITERO
·         ARCH ALUZZO 2005 21 SETTEMBRE DEPOSIZIONE PENTITO CAMPANELLA FRANCESCO ARCH BRUNO MARSALA CAMPO SPORTIVO ISOLA ARCH  ALUZZO OMNIA STRUTTURA GEOM PANEBIANCO
·         Arch. Roberto Bilello transitato, con mobilità esterna, nei ruoli del Comune di Palermo e l’Arch. Giambruno Monica è in congedo la Responsabile del 2° Servizio “Lavori Pubblici" è in questo periodo assente per malattia;  DETERMINA SINDACALE PORTOBELLO 36 31 DICEMBRE 2005  
·         AREA DI EMERGENZA E DI SOCCORSO  IN CASO DI CALAMITA’ NATURALI  2013 15 LUGLIO PARE PER OCCUPAZIONE SPAZIO DITA ISOLANAUTICA s.n.c. VIA MICHELANGELO 28 SCAVARELLI GAETANO AIELLO FRANCESCO PAOLO AREA PORTUALE FOGLIO 1 PART 1
·         ARMAO AVVOCATO SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert brunosirchia altadonna mannino
·         ASSESSORE CUTINO QUERELA PER AGGRESSIONE IL BLOGGER CIAMPOLILLO 2011 2 APRILE VIA GARIBALDI BOLOGNA RAPPA CARUSO MASSA MIRELLA ipotesi-reato-art-594-595-610
·         ATTREZZATURE SPORTIVE ISOLA DELLE FEMMINE LAVORI DI MANUTENZIONE INCARICHI E CONSULENZE 2010 8 APRILE PORTOBELLO SINDACO DELIBERA G.M. 037.10.pdf   MONICA GIAMBRUNO D’ARPA SANDRO ARCH STEFANIA GIOACCHINO NAVARRA NICOLO’ ATTREZZATURE SPORTIVE  Nomina del Responsabile Unico del Procedimento dei "Lavori di completamento degli impianti sportivi polivalenti nell'area destinata dal P.R.G. ad attrezzature sportive". Il Responsabile del V Settore, Arch. Sandro D’Arpa, sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione
·         BILANCI PREVISIONE CONSUNTIVO DELIBERAZIONI CORTE DEI CONTI
·         BILANCIO CONSUNTIVO 2014 2015 15 LUGLIO BOLOGNA SINDACO  2015 RELAZIONE REVISORI DEI CONTI RENDICONTO 2014 ALBANESE CAMARDA D'ORSA
·         BILANCIO DI PREVISIONE 2016 APPROVATO A DICEMBRE IL BILANCIO DEL CRAK FINANZIARIO DEL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE CHE DOVRA’ RICCORRERE ALLA PROCEDURA DI RIEQUILIBRIO DI BILANCIO CON UNA RELAZIONE DOVE EMERGERANNO LE RESPONSABILITA’ AMINISTRATIVE E GIURIDICHE 2016 29 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO C.C. DELIBERA 53 BILANCIO DI PREVISIONE DEBORAH PUCCIO REVISORI DEI CONTI APPROVAZIONE PRESUPPOSTO PROCEDURA RIEQUILIBRIO DI BILANCIO REPOSABILITA CRAC FIANZIARIO
·         BILANCI PREVENTIVI CONSUNTIVI 2013 2014 2015 2016
·         BILANCIO DI PREVISIONE 2015 2015 BOLOGNA SINDACO PUCCIO DEBORAH UFFICIO RAGIONERIA NOTA TECNICA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015 COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
·         B.B.P. S.A.S. GLI SGRAVI TRIBUTI DEL 6° SETTORE DIRETTO DAL SIGNOR RAPPA ROCCO E LA REVOCA DEL PROVEDDIMENTO
·         BLITZ DEI CARABINIERI ALLL’UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE 1997 1 GIUGNO BOLOGNA SINDACO LA SICILIA BLITZ DEI CARABINIERI AL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE SEQUESTRO DI DOCUMENTI ALL’UFFICIO TECNICO SANATORIE ABUSIVISMO 1997 3 NOVEMBRE BOLOGNA SINDACO ASSOLTO L’ARCHITETTO ALBERT DALL’ACCUSA DI CALUNNIA NEI CONFRONTI SINDACO STEFANO BOLOGNA AVVOCATO FIORENZA ZANGHI BOLOGNA GAETANO
·         BOLOGNA STEFANO SINDACO MINACCIATO ED INTIMIDITO  IL CONSIGLIO COMUNALE ESPRIME  INIZIATIVE DI SOLIDARIETA’ PER LE INTIMIDAZIONI E LE MINACCE RICEVUTE DAL SINDACO STEFANO BOLOGNA. DA INFORMAZIONI PRESSO LA STAZIONE DEI CARABINIERI IN ORDINE ALLE EVENTUALI DENUNCE PRESENTATE DAL SINDACO NON SI TROVA TRACCIA 1997 18 APRILE BOLOGNA SINDACO MINACCE ED INTIMIDAZIONI MANNINO ANGELO  LE MINACCE AL SINDACO BOLOGNA SONO SOLO BERZELLETTE  BOLOGNA INTIMIDAZIONI VERBALI PIU’ PERICOLOSA DI OGNI ALTRA INTIMIDAZIONE
·         BOLOGNA STEFANO SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert bruno  sirchia altadonna mannino BOLOGNA GAETANO
·         BURGIO SALVATORE SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert brunosirchia altadonna mannino
·         calliope e gli appartamenti a figli di ex amministratori dal settimanale cronaca VERA
·         CALLIOPE BOLOGNA PORTOBELLO CATALDO SCAFIDI TURANO LA NOMINA DEL COMMISSARIO AD ACTA L’ISPEZIONE DELL’ASSESSORATO ENTI LOCALI PRESSO IL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE LE RETICENZE
·         CAMPO SPORTIVO MONDIALI 90
·         CANDIDABILITA’ INCANDIDABILITA’ LA QUESTION  DELLA GIUNTA STEFANO BOLOGNA E DEL SUO ASSESSORE GEOM FRANCESCO CRISCI AL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE 2014 16 febbraio Sospensione dalla carica di Consigliere comunale: per il Consiglio di Stato non sussiste alcun eccesso di delega del d.lgs. n. 235/2012 rispetto alla legge anticorruzione n. 190/2012 della sospensione quale effetto di condanne penali “non definitive” 2002 11 FEBBRAIO INCANDIDABILITA’  Corte di Cassazione SENTENZA 1990 SOSPENSIONE DALLA CARICA ELETTIVA DI CONSIGLIERE COMUNALE CRISCI FRANCESCO
·         CARDINALE ORAZIO LICENZA EDILIZIA CAPPELLA GENTILIZIA
·         CASE POPOLARI FANTASMA
·         CHIUSURA PASSAGGIO  LIVELLO DI ISOLA DELLE FEMMINE IN VIA TRAPANI 2002 24 LUGLIO BOLOGNA STEFANO SINDACO DECRETO PRESIDENZIALE 24 luglio 2002 Accordo di programma finalizzato all'approvazione del progetto per la realizzazione delle opere di collegamento ferroviario con l'aeroporto di Punta Raisi e sistemazione del nodo di Palermo - raddoppio elettrificato della sede del binario Palermo Centrale/Brancaccio - Palermo Notarbartolo - Isola delle Femmine - Capaci - Carin
·         CIAMPOLILLO QUERELA L’ASSESSORE CUTINO MARCELLO 2013 2011 PROC PEN  9443 2011  CIAMPOLILLO CUTINO PM  LAURA VACCARO GIP MICHELE ALAJMO) FALCONE OPPOSIZIONE ARCHIVIAZIONE RAPPORTO CARABINIERI MARESCIALLO LA GAMBA TESTI MASSA RAPPA ROCCO BOLOGNA STEFANO MANNINO CARUSO VIGILI URBANI  CONTROQUERELA CUTINO
·         CIMITERO ORDINANZE RICORSI AL TAR SENTENZE PARERI  CGA REQUISIZIONI ORDINANZA URGENTI E CONTIGIBILI 1975 2 DICEMBRE DELIBERA GIUNTA MINICIPALE  n. 156 ASSEGNAZIONE DI  23 AREE CIMITERIALI A DIVERSI  CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE 1994 9 NOVEMBRE BOLOGNA SINDACO CONCESSIONE AREA CIMITERIALE LOTTO 7A REPERTORIO 615 LUCIDO ANTONINO CUGINO DEL SINDACO 2012 8 MAGGIO CANEPA SALVATORE PARE CGA TABILIMENTO BALNEARE FASCIA CIMITERIALE PRG 2012 2013 10 MAGGIO DETERMINA 40 UTC INGEGNERE FRANCESCA USTICANO ARCH SERGIO VALGUARNERA LUCIDO ANTONINO DECADENZA CONCESSIONE AREA CIMITERIALE LOTTO A 7 CONCESSO CUGINO SINDACO STEFANO BOLOGNA 1994   2013 10 MAGGIO COMMISSIONE DECADENZA DELLA CONCESSIONE CIMITERIALE LOTTO 7A NUOVO CIMITERO LUCIDO ANTONINO 2015 16 GENNAIO PALERMO CIMITERO SENTENZA T.A.R. 455 2015 GRAVE CARENZE POSTI SALMA ILLEGITTIMA ORDINANZA URGENTE E CONTIGIBILE REQUISIZIONE LOCULI 2015 16 GENNAIO PALERMO CIMITERO SENTENZA T.A.R. 455 2015 GRAVE CARENZE POSTI SALMA ILLEGITTIMA ORDINANZA URGENTE E CONTIGIBILE REQUISIZIONE LOCULI 2015 22 OTTOBRE  BOLOGNA SINDACO LUCIDO ANTONINO CIMITERO ISOLA DELLE FEMMINE LA MANCATA  CONCESSIONE LICENZA EDILIZIA DECADENZA RICORSI PARERI  PRESIDENTE DELLA REGIONE
·         CIMITERO TUMULAZIONE ORDINANZE URGENTI E CONTIGIBILI SENTENZE TAR
·         CASERMA DEI CARABINIERI Incarico ANGELICO WALTER  Comune di Isola delle Femmine   progettazione direzione lavori misura  contabilità   realizzazione   nuova Caserma  Carabinieri  da realizzarsi   1.960.000 Euro WALTER ANGELICO RUSSELLO VIA KENNEDY CASERMA DEI CARABINIERI COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
·         CENTRO DIURNO PER GLI ANZIANI DI VIA MATTARELLA IL PROGETTO E I PROGETTISTI CON BOLOGNA  
·         CIAMPOLILLO GIUSEPPE CUTINO MARCELLO ASSESSORE OPPOSIZIONE AVVERSO ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE DEL 09.02.2012 DAL P.M. D.SSA LAURA VACCARO PROCEDIMENTO PEN 9443 2011 RGNR NOTIFICATA IL 02.04.2012
·         CIMITERO LA GESTIONE E LE RITORSIONI A SEGUITO DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL GIUGNO 2009 2010 13 GENNAIO CIMITERO SOPRALLUOGO PER ABUSIVISMO LI VIGNI E MESSINA PRIMO VERBALE E' PRESENTE E GLI E' STATO INTIMATO A DAVI ROSARIA UN SECONDO VERBALE E' STATO INTIMATO A RISO GIOVANNA MADRE INVALIDA IL PRIMO VERBALE REDATTO NELLA GIORNATA DI MERCOLEDI’ GIORNO DI CHIUSURA DEL CIMITERO
·         COLONNELLO TEO LUZZI IL COMITATO DELLA LEGALITA’ 2010 22 giugno STEFANO BOLOGNA RACCOMANDATA AL COLONNELLO TEO LUZI  COMANDO PROVINCIALE DEI CARABINIERI  VIA MURA SAN VITO 1 90133 PALERMO SEGNALANDO IPOTESI DI CORRUZIONE E DI MALAFFARE INTORNO ALLLA CONCESSIONE DI LICENZE EDILIZIE PER AMPLIAMENTO  SARACEN SICILEAS FERRAO ONORATO IMPASTATO D’ARPA LA VENDITA DEL TERRENO AD AIELLO FRANCESCO PAOLO GIAMBONA CASTELLESE ALTADONNA
·         COMITATO DELLA LEGALITA’ 2010 10 FEBBRAIO IL COMITATO  DELLA LEGALITA' DENUNCIA  IL CLIMA DI ILLEGALITA' ED IL RISCHIO DI INQUINAMENTO DELLA MACCHINA AMMINISTRATIVA RAPPA ROCCO CIAMPOLILLO BOLOGNA RUBINO PROCURA BRUNO POMIERO PORTOBELLO
·         COMITATO LOTTA CONTRO LA MAFIA C.L.A.M.
·         COMMISSARIO AD ACTA DR AZZARELLO D.A. n°775/2011  verificare l’iter procedurale di approvazione del documento finanziario relativo agli equilibri di Bilancio
·         COMMISSARIO AD ACTA BILANCIO CONSUNTIVO  2014 DR. MESSINA CARMELO 8 OTTOBRE 2015 C.C.  
·         COMPARTO 1 SORELLE POMIERO BOLOGNA TOIA MONTELIONE RITA IN PALMERI Bruno Giovanna;  Società Sorelle Pomiero s.n.c.;  Sig.ra Billeci Maria Antonietta;  sig.ra Cardinale Rita  Bartola;  sig.ra Riccobono Caterina;  sig.ra Cardinale Giuseppa-Rosa;   Billeci Orazio; società immobiliare B.B.P di Bruno Pietro, di Bruno Giovanni e Pomiero Giuseppe s.n.c.;  sig. Bruno Francesco;
·         COMMISSARIO AD ACTA BILANCIO DI PREVISIONE 2015 DR. MESSINA CARMELO
·         COMMISSARIO AD ACTA BILANCIO CONSUNTIVO 2015 DOTTORESSA DANIELA LEONELLI D.A. 98/S.3/2016
·         COMMISSARIO AD ACTA PREVISIONE 2016 Dottoressa LEONELLI D.A. 106 2016 C.C. 29 DICEMBRE 2016
·         COMMISSIONE EDILIZIA 6 OTTOBRE 2005 SICILEAS SARACEN CRISCI ANTONINO LUCIDO MARIA LICENZA EDILIZIA IN SANATORIA 2016 3 AGOSTO TRAPPETO CE SANATORIA 15  893 LUCIDO MARIA  CRISCI ANTONINO CONTRADA S CATALDO FOGLIO 2 120 FOGLIO2 124 PERIZIA GIURATA RAPPA COSMO SENTENZA 15729 2016 CORTE DI CASSAZIONE
·         CONCESSIONE EDILIZIA 4  27 FEBBRAIO 2013 DE FRANCHIS GIROLAMO FOGLIO 3 PARTICELLA 2550 OCCUPATA DA INGEGNERE SANSONE VINCENZO VIA DEI SARACENI  USTICANO FRANCESCA
·         CONSIGLIO COMUNALE 10 MARZO PORTOBELLO SINDACO DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 12 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO RISO NAPOLEONE RIVOLGENDOSI AL CAPO GRUPPO DELLA MINORANZA RUBINO ANTONINO: Se mi denunci ti faccio saltare in aria Ti faccio veder chi sono io
·         COOPERATIVE EDILIZIA CONVENZIONATA A ISOLA DELLE FEMMINE APOLLONIA
·         COOPERATIVA LA TIZIANA VIA LIBERTA PRIMA VIA MTTARELLA VIA GARIBALDI EX OSPEDALETTO SCALICI INVERNALE ZANGHI’ CATALANO PIANO REGOLATORE GENERALE DIONISI DELIBERE DI GIUNTA DELIBERE DI CONSIGLIO SINDACO BOLOGNA ASSESSORE RAPPA ING RAPPA ORDINANZE SINDACALI OCCUPAZIONE TERRENO LA MORGANTINA POMIERO GIUSEPPE BRUNO GIOVANNI RICORSO AL TAR SENTENZE 1995 1998 COOPERATIVA LA TIZIANA SOCI  DELIBERE CONSIGLIO DI GIUNTA  DECRETO ASSESSORIALE RICORSI AL TAR ORDINANZE SINDACALI ZANGHI CATALANO BOLOGNA ROCCO ING RAPPA SCALICI INVERNALE Impresa edile immobiliare Antonella s.r.l. BRUNO GIOVANNI Via F. Petrarca 2  Isola delle Femmine 90040 Palermo LA MORGANTINA La Tiziana Societa' Cooperativa Edilizia A Responsabilita Limitata Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA TRAPANI, 5, 90040, Isola Delle Femmine, Palermo Aiello Costruzioni S.R.L.Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Sorelle Pomiero S.N.C. Di Maria Grazia Pomiero
Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA SALVATORE D'ACQUISTO, 2, 90040, Isola Delle Femmine
Edil C.P. Di Coniglio Emanuele & C. S.A.S. Costruzione di edifici residenziali e non residenziali PUGLISI BALDASSARE CONIGLIO EMANUELE VIA ROMEO, 67, 90040, Isola Delle Femmine Immobiliare Antonella - S.R.L. BRUNO GIOVANNI VIA ROMA, 176, 90040, Isola Delle Femmine Costruzione di edifici residenziali e non residenziali BRUNO FRANCESCO BILLECI VASSALLO  Saliceto Srl Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA GAETANO LONGO, 8, 90040, Isola Delle Femmine Sialma Casa S.R.L. Il Registro Imprese Non Garantisce La Corrispondenza Degli Assetti Proprietari Con La Reale Compagine Sociale, Poiche' La Societa' Non Ha Provveduto All'aggiornamento Dati Previsto SIRCHIA ALTADONNA MANNINO Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA MAZZINI,16,, 90040, Isola Delle Femmine, Palermo Isolana Costruzioni E Restauri S.A.S. Di De Rosa Giuseppe Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Tourist Holidays - S.R.L. In Liquidazione Il Registro Imprese Non Garantisce La Corrispondenza Degli Assetti Proprietari Con La Reale Compagine Sociale, Poiche' La Societa' Non Ha Provveduto All'aggio Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA LIBERTA', 52, 90040, Isola Delle Femmine Canepa Salvatore Costruzione di edifici residenziali e non residenziali COOPERATIVA APOLLONIA GEOM AMODEO Isla  Srl Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA DELL'AGRICOLTURA, 5VIA DELL'AGRICOLTURA, 5, 90040, Isola Delle Femmine Pagano Gaetano Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Scalici Giuseppe Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Puccio Prestigiacomo Costruzioni S.N.C. Di Puccio Giuseppe, Puccio Orazio E Prestigiacomo Gaetano.Costruzione di edifici residenziali e non residenziali Sicileas S.R.L.Costruzione di edifici residenziali e non residenziali VIA LIBERTA', 128/A, 90040, Isola Delle Femmine
·         CORTE DEI CONTI 2016 12 GENNAIO BOLOGNA SINDACO CORTE DEI CONTI DELIB 8 2016 PRSP RENDICONTO 2012 2013 Permangono   preoccupazioni espresse nel precedente ciclo di controllo  SU mantenimento  equilibri  bilancio  anche futuri
·         CORTE DI APPELLO DI PALERMO SEZIONE CIVILE SENTENZA 292 2004 DEPOSITATA 28 GENNAIO 2013 2013 31 DICEMBRE DEBITI FUORI BILANCIO PROPOSTA 554 DETERMINA V SETTORE 88 SENTENZA APPELLO 292 2004 GIAMBRUNO DE PAPERO LIDIA FOGLIO 1 1824 1826 1828 1829 AVVOCATO ZANGHI Il responsabile del V Settore U. T. C. Architetto Sergio Valguarnera, sottopone all’approvazione della Commissione Straordinaria con poteri di Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione: "Riconoscimento del debito fuori bilancio per la sentenza della Corte di Appello di Palermo -Sezione Civile - n°292/2004 depositata il 28/01/13 e notificata il 06/02/2013 risarcimento danni".
·         cORTE DI APPELLO PALERMO SESTA SEZIONE PENALE    SENTENZA DI APPELLO ADDIO PIZZO 5 PIETRO BRUNO PIETRO CINA’ (APPALETO ELETTRICO ALLA CALLIOPE) NUNZIO SERIO DI MAGGIO ACQUISTO MICHELE PROCEDIMENTO PENALE 7635 2011 AVV RAIMONDI GIUSEPPE UDIENZA APPELLO 25 NOVEMBRE 2015  2016 24 OTTOBRE ADDIO PIZZO 5  SENTENZA  CONFERMATE LE  CONDANNE DI PRIMO GRADO  Un'assoluzione, diverse riduzioni e alcune conferme delle condanne in primo grado nel processo Addiopizzo 5.
·         CRISCI FRANCESCO EX ASSESSORE LICENZA EDILIZIA EDIL CP PUGLISI BALDASSARE LICIDO ANTONINO TRAPPETO ABUSIVISMO SENTENZE CONSIGLIERE COMUNALE OSSERVAZIONI ALL’ADOTTANDO PRG OSSERVAZIONE 6911 27 MAGIO 2008 DELIBERA CC 36 23 SETTEMBRE 2008 CANDIDABILITA’ NOMINA ASSESSORE DIMISSIONI
·         DEBITI FUORI BILANCIO AVVOCATI FIORENZA LA BUA ZANGHI (ALBERT BOLOGNA)
·         DECRETO DI SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE PER INFILTRAZIONE MAFIOSE
·         DECRETO DIRIGENTE GENERALE TERRITORIO AMBIENTE 2016 15 SETTEMBRE Approvazione del progetto relativo all’ampliamento di un impianto di raccolta per la messa in sicurezza, la demolizione, il recupero di materiali e la rottamazione dei veicoli a motore, rimorchi, simili e loro parti, nonchè stoccaggio e recupero di rifiuti pericolosi e non pericolosi, proposto dalla ditta 3S di Sanfilippo Francesco
·         CRIVELLO VINCENZO E CRIVELLO ANTONIA SANATORIA 2011 29 MARZO PORTOBELLO SINDACO LICENZA EDILIZIA IN SANATORIA CRIVELLO VINCENZO 29.9.53 CRIVELLO ANTONIA 7.12.59 SS13 N 19 CONTRADA PIANA PROPRIETARI 3 12 93 47705 35388 NOTAIO ORLANDO MARCELLO Foglio 3 2313 FOGLIO 3 E 4 138 119 238 243  LICATA ING RAPPA CRISCI
·         DEMANSIONAMENTO RAPPA ROCCO RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO 2009 11 SETTEMBRE RAPPA ROCCO COLLEGIO DI CONCILIAZIONE ART 65 DECRET LEGSV 165 2001 DIPENDENTE D1 DETERMINA 458 31 12 08 TRIBUTI TRASFERITO SENZA CARICHI LAVORO VIGILI ATTI ILLEGITTIMI NON PRESENTE LA FIGURA D1
·         DITTA SALICETO S.R.L. BRUNO PIETRO BILLECI SALVATORE BILLECI VINCENZO BRUNO PIETRO VASSALLO GIUSEPPE VASSALLO VINCENZO
·         DOTTORE ROCCO RAPPA RESPONSABILE 6 SETTORE TRIBUTI SGAVI RUOLI ICI IMU TARSU TARI
·         ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL GIUGNO 2004
·         ESTORSIONI AL BAR MAMBO BEACH DI VIALE DEI SARACENI A ISOLA DELLE FEMMINE PROPRIETARIO PIETRO MAIONE,  il   locale è stato distrutto da un incendio, in circostanze ancora da chiarire, lo scorso 7 giugno 2011 .
·         ELEZIONI AMMINISTRATIVE 1999 SINDACO BOLOGNA CONSIGLIO COMUNALE LA TORRE IL 23 GIUGNO NOMINA NUOVA GIUNTA AIELLO PAOLO PORTOBELLO RAPPA INGEGNERE ROCCO RUBINO ANTONINO
·         ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2005 2009 2014
·         GESTIONE CIMITERO LA REQUISIZIONE DEI LOCULI
·         GESTIONE CIMITERO INADEMPIENZE NORME E SICUREZZA
·         GIAMBRUNO MONICA ARCHITETTO MARATEA U.T.C. PROCEDIMENTO PENALE n. 5252/08 R.G.N.R. e n. 5846 R.G.G.I.P 2010 5 FEBBRAIO PORTOBELLO SINDACO MONICA GIAMBRUNO BILELLO BOLOGNA  DETERMINAZIONE 1° SETTORE N. 6 “Rimborso spese legali sostenute dall’Arch. Monica Giambruno per il procedimento penale subito nella qualità di dipendente comunale
·         GIAMBRUNO MONICA CONCORSO ASSESSORATO BENI AMBIENTALI CULTURALI D.D.S. 9482 23.12.04 2004 23 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO  ASSESSORATO BBCCAA DDS 9482  2868 5312 GIAMBRUNO MONICA 29 04 1968 punteggio  32 70   PER 100 POSTI
·         IL COMPLEANNO 18 ANNI di GAETANO   IN MOTO
·         IL FALLIMENTO DELLE CASSE COMUNALE E IL RICORSO ALL’ART 243 RIEQUILIBRIO DI BILANCIO
·         IL RITROVAMENTO DELLA TESTA DI CAPRETTO ALLA PIZZERIA ROSSO PIZZA DI VIALE DEI SARACENI A ISOLA DELLE FEMMINE DICEMBRE 2016
·         IL RITROVAMENTO DI TESTA D’AGNELLO MOZZATA ALL’AUTOLAVAGGIO DI PASSAGGIO DEL CONIGLIO A ISOLA DELLE FEMMINE 2011 IMPASTATO GIOVANNI
·         INCARICHI CONSULENZE DIRETTORI LAVORI GARE APPALTI  SCUOLA MATERNA 2009 19 NOVEMBRE PORTOBELLO SINDACO DETERMINA 3 SETTORE 122 ARCH CATALANO ALBERT ARCH GIACOMO COLLURA ARCH UGO MADIA INGEGNERE NAVARRA GESTIONE BOLOGNA STEFANO G.C. n° 112 20 09 01 G.C. 163 06.10.03 G.C. 178 22 10.03   D’ARPA  ATI AERTECNO COTTONE MARCO  Lavori di ristrutturazione ed adeguamento del corpo B della scuola materna di Isola delle Femmine - Redazione della documentazione tecnico-progettuale da allegare alla domanda di parere di conformità alla normativa antincendio relativa alla scuola materna corpo B
·         INCARICHI CONSULENZE APPALTI ATTREZZATURE SPORTIVE ISOLA DELLE FEMMINE LAVORI DI MANUTENZIONE INCARICHI E CONSULENZE 2010 8 APRILE PORTOBELLO SINDACO DELIBERA G.M. 037.10.pdf   MONICA GIAMBRUNO D’ARPA SANDRO ARCH STEFANIA GIOACCHINO NAVARRA NICOLO’ ATTREZZATURE SPORTIVE  Nomina del Responsabile Unico del Procedimento dei "Lavori di completamento degli impianti sportivi polivalenti nell'area destinata dal P.R.G. ad attrezzature sportive". Il Responsabile del V Settore, Arch. Sandro D’Arpa, sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione  
·         INCARICO AVVOCATO ZANGHI SICAR 2010 14 GENNAIO PORTOBELLO SINDACO SICAR CROCE ANTONINO INCENDIO AGOSTO 2004 TURANO PORTOBELLO ZANGHI DELIBERA G.M. 004.10.pdf  "Conferimento incarico all'avv. Santo Zanghì per opposizione all'atto di precetto proposto dall'avv. Giuseppe Passatello curatore fallimentare ex SICAR S.p.A..
·         INCENDIO AL RISTORANTE IL SICILIANO DI PROPRIETA DI GIUSEPPE POMIERO
·         INSEDIAMENTI BALNEARI
·         INCENDIO ALL’ISOLAUTO 2004 15 SETTEMBRE ATTENTATO INCENDIARIO  LEONARDO TOIA IL TITOLARE CON IL PROGETTO DELL’ALBERGO A 5 STELLE SOLEMAR A ISOLA DELLE FEMMINE IN VIA PALERMO ALLOCATION PER CONVEGNI FESTE E RICEVIMENTI IL PROGETTO AVVENIRISTO SUL MARE ARCHITETTO FRANCESCO MICELI
·         INTERROGAZIONE CONSILIARE DI ANGELO AMMINO RISPOSTA DEL SINDACO STEFANO BOLOGNA SULLA VICENDA ALBERT DELL’UFFICIO TECNICO SANATORIA MANNINO ACUSA IL SINDACO DEI CONTINUI CAMBI DI CASACCA  DEI TRADIMENTI DELLE PUGNALATE ALLE SPALLE AGLI AMICI DI ESSERE IL SINDACO STEFANO BOLOGNA CENTRAVANTI DI SFONDAMENTO DA VICE COMMISSARIO DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA 1996 27 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO MANNINO ANGELO CONSIGLIERE BOLOGNA STEFANO SINDACO 27 DICEMBRE 1996 SINDACO STEFANO BOLOGNA CONSIGLIERE MANNINO ANGELO 18 DICEMBRE 1996 1996 27 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO MANNINO ANGELO CONSIGLIERE BOLOGNA STEFANO SINDACO 27 DICEMBRE 1996 SINDACO STEFANO BOLOGNA CONSIGLIERE MANNINO ANGELO 18 DICEMBRE 1996 Il SINDACO STEFANO BOLOGNA ACCUSA MANNINO CHE GLI SONO SFUGGITI GLI ULTIMI 10 ANNI DI DISFUNZIONE DELL’UFFICIO SANATORIE SE ANDIAMO  INDIETRO DI DIECI ANNI CI RITROVIAMO PRECISAMENTE NEL  1986 QUANDO CON LUI STEFANO BOLOGNA GAREGGIA IN LISTA ALBERT ????? 
·         INTERROGAZIONI PARLAMENTARI INFILTRAZIONI MAFIOSE AL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE ALLEMANNO, LO PRESTI NAPOLI DIMISSIONI INGEGNERE RAPPA ROCCO 
·         INTERROGAZIONE PARLAMENTARE LA FATA MARIA ANTONIA COMPARTO 1 DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE 10 28 FEBBRAIO 1997 RIELABORAZIONE PIANO PARTICOLAREGGIATO COMPARTO 1  ZONA C  LA DELIBERA ANNULLA LA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE 105 1993 RELATIVI ALL’ADOZIONE DEL P.P. DEL COMPARTO 1CON LA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE 100 DEL 5 MAGGIO 1998  CONFERIMENTO INCARICO ARCH SANTA CALDARONE PER RIELABORAZIONE DEL PP DEL COMPARTO 1  IL  25 FEBBRAIO 1999 DIVENTATI EFFICACI  PIANO REGOLATORE GENERALE REGOLAMENTO EDILIZIO PRESCRIZIONI ESECUTIVE
·         ITALCEMENTI ESPOSTO DENUNCIA CIAMPOLILLO COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA SEZ LEGAMBIENTE  2011 5 APRILE MARESCIALLO  LO CASCIO  SALVATORE CIAMPOLILLO DENUNCIA AI CARABINIERI SULLO STATO DI INQUINAMENTO GENNAIO APRILE 2011PRESCRIZIONI DECRETO 2008 FOTO  AIA PROCEDIMENTO  126 1 2011 DEPOSITATO 16 MAGGIO 2011 
·         ITALCEMENTI RISARCIMENTO DANNI PER MORTE OPERAIO GIUSEPPE CAGGESE CROMO ESAVALENTE 2011 25 FEBBRAIO IL CTU GERARDO CELA PRESENTA RELAZIONE TECNICA INCARICO 07.05.10   LAUDA GIUSEPPINA CAGGESE MARIO VINCENZO ANNA MARIA  ITALCEMENTI   CAGGESE 57 ANNI NEOPLASIA POLMONARE MALIGNA MICROCITOMA TRIB FOGGIA SENTENZA 6 2013
·         ITALCEMENTI SENTENZA DI CONDANNA 2013 23 NOVEMBRE SENTENZA 6 2013 CONDANNATO LA ITALCEMENTI CAGGESE 57 ANNI NEOPLASIA POLMONARE MALIGNA MICROCITOMA TRIB FOGGIA  793 MILA 486 EURO A VINCENZO ANNA MARIA MARIO LAUDA GIUSEPPINA PIU’ 231 MILA 525 EURO PER OGNUNO   
·         ITALCEMENTI CAGGESE 2015 10 FEBBRAIO CAUSA CAGGESE ANNA MARIA MARIO VINCENZO LAUDA GIUSEPPINA CONTRO LA ITALCEMENTI APPELLATASI ALLA SENTENZA 304 2013 RISARCIMENTO MORTE GIUSEPPE INALAZIONE CROMO ESAVALENTE CANCRO 2015 4 SETTEMBRE CAUSA CAGGESE ANNA MARIA MARIO VINCENZO LAUDA GIUSEPPINA   CONTRO LA ITALCEMENTI APPELATASI A SENTENZA 304 2013 RISARCIMENTO DANNI  MORTE DEL PADRE CAGGESE GIUSEPPE PRERIZIA DI PARTE GIOACCHINO GENCHI
·         ITALCEMENTI INTERROGAZIONE PARLAMENTARE RISPOSTA DEL MINISTRO PECORARO SCANIO 2007 1 APRILE    INTERROGAZIONE PARLAMENTARE FUNDARO’ E LION SU ITALCEMENTI ISOLA DELLE FEMMINE
·         Italcementi. Agli atti anche nuove dichiarazioni di Siino: Incontrai Pesenti a roma  Di Maggio Sindaco di isola delle femmine e Cedrini ci siamo recati a Roma, dove, nella sede di Italcementi, abbiamo avuto un ulteriore incontro con il Pesenti
·         ITALCEMENTI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE 2008 18 LUGLIO ITALCEMENTI DECRETO  A I A  ITALCEMENTI  FIRMATO SANSONE  DIRIGENTE RESPONSABILE  SENZA INCARICO 2° SERVIZIO VIA VAS  CONCESSO CON DDG 1474 TOLOMEO IL 17 DICEMBRE 2008 PRESCRIZIONI MONITORAGGIO AUTORITA’ COMPETENTI
·         ITALCEMENTI ASSESSORATO TERRITORIO AMBIENTE 2008 17 DICEMBRE TOLOMEO CON DDG 2008 DDG 1474 NOMINA ING SANSONE VINCENZO RESPONSABILE 2 SERVIZIO VIA VAS DOPO AVER FIRMATO IL DECRETO AIA  693 DEL 18 LUGLIO 2008  NOMINA  FASULLA SANSONE FIRMATARIO DEL DECRETO AIA ITALCEMENTI 18 LUGLIO 2008 ATTO DI DECRETO NULLO
·         ITALCEMENTI ESPOSTI DEL COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA 2007 26 SETTEMBRE ESPOSTO COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA ITALCEMENTI   Polizia Ambientale Provincia Palermo documentazione   26 settembre 2007  proc 4391 07 mod 45MG
·         ITALCEMENTI   2014 15 OTTOBRE LE POLVERI CHE UCCIDONO SENTENZA TRIBUNALE DI FOGGIA  RISARCIMENTO MILIONARIO PER LA MORTE DI CAGGESE  GIUSEPPE
·         ITALCEMENTI SOVRAINTENDENZA 2008 12 AGOSTO ITALCEMENTI SOVRAINTENDENZA COMUNICA ALLA ITALCEMENTI IL PARERE CONTRARIO AL PROGETTO DI COSTRUZIONE DELLA-TORRE DELL ATEZZA DI 100 METRI
·         ITALCEMENTI DIFFIDA 2011 16 MARZO ITALCEMENTI  CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE RICHIEDONO LA DECADENZA DEL DECRETO AIA 693 2008 ITALCEMENTI PER INOSSERVANZA PRESCRIZIONI CONTROLLO ARIA CENTRALINE E REVAMPING ENTRO 2 ANNI
·         ITALCEMENTI  20 GENNAIO 1981 ISOLA DELLE FEMMINE  DECRETO PRESIDENTE REGIONE SICILIA REGISTRATO N° 1 81-1 PA CONCESSIONE DI 100 ETTARI DA BOSCHIVI AD INDUSTRIALE  BENI PATRIMONIALI INDISPONIBILI PIAN DELL’AIA
·         ITALCEMENTI RICHIESTA 17 GENNAIO 2014  RINNOVO DECRETO AIA DECADUTO PER INOSSERVANZA PRESCRIZIONI  693 18 LUGLIO 2008 AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE
·         ITALCEMENTI ASSESSORATO 2014 25 LUGLIO ASSESSORATO 2 SERVIZIO ITALCEMENTI   VERBALE CONFERENZA SERVIZI 22 LUGLIO 2014 ITALCEMENTI   A.I.A. PROT.N. 35026 DEL 25 LUGLIO 2014
·         ITER BURRASCOSO DEL PIANO REGOLATORE GERALE A ISOLA DELLE FEMMINE LA MANCATA PIANIFICAIONE FAVORISCE LA SPECULAZIONE E A CEMENTIFICAZIONE 2000 29 SETTEMBRE PRG ITER COMUNE ASSESSORATO    DELIBERA CONSILIARE 71 00 DELIBERA 47 12 08 03 DELIBERA 33 12 08 07 ADOZIONE PRG TUTTA LA DOCUMENTAZIONE E LE RICHIESTE DEL DIPARTIMENTO URBANISTICA LICENZE ILLEGITTIME VIA VAS FERRARELLA
·         Lavori per l'ampliamento della banchina del porto di Isola delle Femmine
·         LE DIMISSIONI DEL VICE SINDACO BOLOGNA STEFANO DEL 10 OTTOBRE 2005
·         LE DIMISSIONI DA CAPO GRUPPO PROGETTO ISOLA DI MARCELLO CUTINO
·         LE DIMISSIONE DELL’ASSESSORE DELLA GIUNTA BOLOGNA DI FRANCESCO CRISCI 2016
·         LE DIMISSIONE DEL RESPONSABILE 2° SETTORE FINANZIARIO 2016
·         LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2009
·         LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014
·         LE MINACCIATE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE ALLA CULTURA A CAUSA DELL’ADESIONE AL COMVEGNO SUL GENDER
·         LE INTERCETTAZIONI S.I.S.
·         LE INTERCETTAZIONI PIZZO E CACCETTA
·         LE MINACCIATE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE ALLA CULTURA DOTTORESSA LUCIDO SULLA POLEMICA DEL GENDER  
·         LE STRISCE BLU POLEMICHE E PROTESTE  DEI COMMERCIANTI
·         LEGGE  REGIONE SICILIA N 16 2016 10 AGOSTO 2016 10  AGOSTO LEGGE REGIONE SICILIA 16 RECEPIMENTO NORMATIVA NAZIONALE IN MATERIA EDILIZIA
·         LICATA ARCH ANDREA INCARICO TORRE USTICANOINCARICO CASE FANTASMA CON ING LUPO GEOLOGO CUTINO ARRESTO A TORRETTA
·         LICENZA CARBONILE ITALCEMENTI
·         LICENZE EDILIZIE SOTTO OSSERVAZIONE DELLA COMMISSIONE PREFETTIZIA DI ACCESSO AGLI ATT ALA COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE 2009 14 MAGGIO PORTOBELLO SINDACO LICENZA ED 12  ASSENTITA  VASSALLO ANTONIETTA MADRE DI BILLECI LEONARDA E BILLECI VINCENZO CONTRADA PIANA VIALE DEI SARACENI FOGLIO 3 PART 440 DERIVA DA 53 FRANCAVILLA SCOLARO SORELLE POMIERO  snc EDIL CP PUGLISI BALDASSARE CONIGLIO EMANUELE LUCIDO CRISCI FRANCESCO
·         LICENZA EDILIZIA SACCULLO RITO PASSAGGIO DELLE ROSE PIAGGIO MOTO GAETANO POMIERO IMPASTATO
·         LICENZA EDILIZIA DE FRANCHIS GIROLAMO 2013 27 FEBBRAIO LICENZA EDILIZIA  N 4 DE FRANCHIS GIROLAMO F. 3 p.lla n. 2550 LA STESSA PARTICELLA DI SANSONE VINCENZO TROMINO ; 191.13 conc. ed. n.4 – utc
·         LICENZE EDILIZIE SOTTO OSSERVAZIONE DA PARTE DELLA COMMISSIONE PREFETTIZIA DI ACCSSO AGLI ATTI AL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE 2010 22 GENNAIO PORTOBELLO SINDACO CRISCI LUCIDO CONIGLIO PUGLISI BALDASSARE PROPRIETARIO FOGLIO 1 PART 2381 2382 CHIEDE VOLTURA LICENZA 1 2010  EDIL CP COSTITUITA DA PUGLISI BALDASSARE 1987  PUGLISI BALDASSARE 1938 E CONIGLIO EMANUELE 1954  ESPOSTI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA
·         LICENZA EDILIZIA IN SANATORIA 2011 13 LUGLIO LICENZA EDILIZIA SANATORIA PART 270 86  VIA SIINO 2 F 1 PART 140 CRISCI FRANCESCO MANNINO MARIA IMPASTATO ING RAPPA ROCCO CASSAZIONE 15729 03.16  LUCIDO MARIA TRAPPETO PUGLISI
·         L’IMPROVVISA CHIUSURA DEL MERCATO DEL CONTADINO
·         LICENZE EDILIZIE ILLEGITTIME
·         LICENZA EDILIZI GULIZZI ROCCO ING RAPPA 2010 11 MAGGIO PORTOBELLO SINDACO INGEGNERE RAPPA ROCCO LICENZA EDILIZIA 10 GULIZZI GIUSEPPE GULIZZI PROVVIDENZA GULIZZI ANTONIO VIA BOSCO  FIGURA 1 PART 1573 1574
·         LOTTIZZAZIONE DI MATTEO 2013 29 LUGLIO 2013   PROT 10696 LOTTIZZAZIONE DI MATTEO ALBATROS RIELA LONGO PASSAGGIO DEL TIMO19.9.86 REGIST 30.9.86 TRASCRITTA 7.10.86 32556 25068 BATTAGLIA MAURIZIO VACANTE MARCO FAVATA ROSOLINO MARINO MARCELLO DI MATTEO PIETRO 24.04.28  
·         LOTTIZZAZIONE GIOVANNI BOSCO
·         LOTTIZZAZIONE LA PALOMA
·         LOTTIZZAZIONE LO BIANCO
·         LOTTIZZAZIONE TOURIST HOLIDAYS
·         LUCIDO SALVATORE VICEPRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA DELLE FEMMINE AGGREDISCE IL VIGILE URBANO FERRANTE GRAZIANO IN SERVIZIO DI VIGILANZA AL CONSIGLIO COMUNALE IL RAPPORTO DEL VIGILE IL PROVVEDIMENTO DISCIPLINARE A CARICO DEL VIGILE AVVISO DI GARANZIA A CARICO DEL CAPITANO LUCIDO SALVATORE IL PROCESSO  CARICO DEL VICEPRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE CAPITANO LUCIDO SALVATORE
·         MAFIA OPERAZIONE ULBRICK IMPRENDITORI SINDACI GARE GIALLOMBARDO + 43
·         MANIFESTAZIONE DI POTESTA DEI COMMERCIANTI SULLE STRISCE BLU E SUL MERCATINO DEL CONTADINO DOMENICALE
·         MANNINO GIUSEPPE TOMMASO SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert brunosirchia altadonna mannino
·         METANIZZAZIONE A ISOLA DELLE FEMMINE
·         MONETIZZAZIONE DELLE AREE PER LA COSTRUZIONE DELLE VILLE IN VIA DELLA TORRE DELLE SORELLE POMIERO I RILIEVI DELL’ASSESSORATO SULLA ILLEGITTIMITA’ DELLE LICENZA EDILIZIA
·         NOMINA DELL’INGEGNERE BILELLO ROBERTO
·         ON IM DI GEOM ONORATO FARACI
·         OPERAZIONE TERRA MIA 18 LUGLIO 2014 OPERAZIONE TERRA MIA 10308 2011 7485 2011  CANNOVA ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE CANNOVA ARCHITETTO GIANFRANCO 7485 11 10308 11 ORDINANZA CANNOVA PROTO FRATELLI SODANO ASSESSORATO TERRITORIO AMBIENTE ANTONIOLI GIUSEPPE OIKOS MAZZARRA’ S ANDREA DOMENICO PROTO SODANO NICOLÒ SODANO CALOGERO PADUANO VALERIA SOAMBIENTE MARIELLA LO BELLO MARIO MOTTA SANT’ANASTASIA GULLO LUPO 
·         ORDINANZE DI CHIUSURA IMMEDIATA DI ATTIVITA’ COMMERCIALI ED ARIGIANALI VIA LIBERTA’ ED IN VIA ROMA IL BAR BISTRO’ ASSENZA DI AGIBILITA’ DI ISCRIZIONI AI VARI ALBI LA SCIA AUTORIZZAZIONI SANITARIE FALLIMENTO DITTA SUAP CARINI UFFICIO TECNICO COMUNALE chiusura  attivita agibilita autorizzazione unica ambientale    monica giambruno 
·         ORDINANZA DI RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI DEMOLIZIONI DELLE OPERE ABUSIVE 2009 3 LUGLIO PORTOBELLO SINDACO PELLERITO ADA LILIANA MOGLIE RAPPA ROCCO DIPEND CATEGORIA D RESP SERVIZIO 4 TRIBUTI ORDINANZA 29 R.O. DEMOLIZIONI OPERE ABUSIVE
·         OPERAZIONE SAN LORENZO 1 VASSALLO LO SICCO BILLECI BRUNO 
·         2016 7 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO COMANDANTE CROCE RELAZIONE PARCHIMETRI  A PAGAMENTO 2016 PROT 176 16 PM PROPOSTA APPALTO PLURIENNALE PROROGA  AUTOMATICO SINO AL MARZO 2017
·         PAPOCCHIO DEL PRG LA DEFINIZIONE DELLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE CHIESTA IL 28 DICEMBRE 2008 DAL PM CARLO MARZELLA NELLA QUERELA  PER DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA NEI CONFRONTI DI GIUSEPPE CIAMPOLILLO DELL’ARCH ANGELO ALIQUO’ PROGETTISTA DEL PRG DI ISOLA DELLE FEMMINE GIUDICE PASQUA SEMINARA TESTIMONI BOLOGNA STEFANO USTICANO FRANCESCA
·         PARCO GIOCHI VIA MARTIN LUTHER KING 2001 28 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO RICORSO TAR 2342145 2000 ANNULLAMENTO CO.RE.CO. 678 2001 DEL 10.11.99 ANNULAMENTO DELIB 142 18.11.99 MUTUO CPDP  2 PARCO GIOCHI ALIQUO’
·         PIANO REGOLATORE PIANI PARTICOLAREGGIATI REGOLAMENTI EDILIZI PRESCRIZIONI IL  25 FEBBRAIO 1999 DIVENTATI EFFICACI  PIANO REGOLATORE GENERALE REGOLAMENTO EDILIZIO PRESCRIZIONI ESECUTIVE
·         PIANO REGOLATORE GENERALE 2016 24 NOVEMBRE PRG DECRETO ASSESSORIALE MAURIZIO CROCE Direttive tecniche per l’informatizzazione dei Piani Regolatori Generali: codifica dei graficismi e legenda standard
·         PIANO REGOLATORE GENERALE ADOTTATO 2007 RESPINTO DALL’ASSESSORATO
·         PIANO PARTICOLAREGGIATO ZONE C GENIO CVILE PROT 21900 7.11.90 PROGETTISTA DE CARO MICHELANGELO ESPROPRIAZIONI E PIANO PLANIVOLUMETRICO RELAZIONE-PROGRAMMA DI ATTUAZIONE TAV.1 15 GENAIO 1990
·         PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE 2013 21 NOVEMBRE DELIBERA CC 16 PRG VIA LIBERTA TAORMINA LICENZE EDILIZIE 14 15 19 DEL 1993 L.E. 7 8 9 10 DEL 1997 CATASTO F 3 PART 506 7 8 9 10 11 12 593 95 96 218  ISOLA DELLE FEMMINE PROPOSTA DI VARIANTE  CARTOGRAFIA
·         PIANO REGOLATORE GENERALE 1998 25 SETTEMBRE PRG CIRCOLARE N 2 URBANISTICA ISTRUZIONI PER LA TRASMISSIONE DELLA DOCUMENTAZIONE VEDASI D.A. 407 24 11 16 DIRETTIVE INFORMATIZZAZIONE CODIFICA GRAFICI E LEGENDA STANDARD E LEGENDA
·         PIANO REGOLATORE GENERALE DECRETO ASSESSORIALE MAURIZIO CROCE 2016 24 NOVEMBRE D.A. 407  MAURIZIO CROCE P.R.G. DIRETTIVE INFORMATIZZAZIONE CODIFICA GRAFICI E LEGENDA STANDARD E LEGENDA CIRCOLARE 2 URBANISTICA 25 SETTEMBRE 1998
·         PIANO REGOLATORE GENERALE ADOTTATO 1982 1983 14 MAGGIO OSSERVAZIONI AL PIANO REGOLATORE GENERALE APPROVATO CON DELIBERA DECRETO ASSESSORIALE 83 1977 ADOTTATO C.C. 20 FEBBRAIO 1982 PAG 7 :25) Osservazione n 25 assunta al protocollo del Comune in data 5-4-1982 a firma di numerosi cittadini. Si chiede che l’eventuale futuro ampliamento del cimitero venga effettuato dal lato Sud di Capaci anziché verso la spiaggia. Il Consiglio Comunale ha accolto l’osservazione
·         PIANO REGOLATORE GENERALE DELIBERA CC33 AGOSTO 2007
·         PIANO REGOLATORE GENERALE ASSESSORATO REGIONALE AL TERRITORIO DIREZIONE URBANISTICA CON NOTA PROT 22402 DEL 23 NOVEMBRE 2016 RESTITUISCE GLI ELABORATI TRASMESSI CON NOTA 6463 DEL 12 APRILE 2010 E PRG ADOTTATO CON DELIUBERA 33 1 AGOSTO 2007  POSTO TRA L’ALTRO CHE L’ENTITA’ DELLE MODIFICHE DA APPORTARE AL PROGETTO PRG E’ TALE DA PREFIGURARE UN PROGETTO TOTALMENTE NUOVO E DIVERSO DA QIUELLO REDATTO SI AFFIDA L’INCARICO ARCH GIUSEPPE CANGEMI PER COMPLESSICI 19.500,00 FIRMATO RESPONSABILE URBANISTICA ARCH GERLANDO MALLIA RESPONSABILE 3 SETTORE ARCH MONICA GIAMBRUNO
·         PIANO VOLUMETRICO SCALICI BOLOGNA SINDACO 2013 31 MAGGIO SCALICI GIUSEPPE LICENZA 12 CONVENZIONE PIANO VOLUMETRICO SCALICI COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE 25 FEBBRAIO 1999 SINDACO BOLOGNA LUCIDO ANTONINO VIA ROMA PROGETTISTA ACCARDI LOTTIZZAZIONE LO BIANCO LA PALOMA
·         POLIZIA MUNICIPALE 2012 VIGILI URBANI RUOLO SANZIONI AMMINISTRATIVE ANNO 2010 RETTIFICA DELLA CIFRA
·         PORTO COMPLETAMENTO DELLE OPERE MARITTIME ESISTENTI PER LA MESSA INSICUREZZA DEL PORTO RIGUARDANTE I LAVORI DI POTENZIAMENTO DEL TRATTO ESISTENTE DELLA DIGA FORANEA PROLUNGAMENTO DELLA STESSA DALLA PROGR 92 M ALLA PROGR 380 M RIQUALIFICA DELLE MANTELLATA DELLE NUOVA MANTELLATA DELLE NUOVA DIGA DI SOTTOFLUTTO 
·         PORTOBELLO GASPARE SINDACO PROCEDIMENTO PENALE n.3762/05 R.G.N.R. conclusosi con sentenza n.761 del 12/10/2006  2010 18 GIUGNO PORTOBELLO SINDACO DETERMINAZIONE   I° SETTORE N° 54 procedimento penale    Rimborso spese legali Sindaco Gaspare Portobello  
·         PORTOBELLO GASPARE SINDACO ISOLA DELLE FEMMINE GIUDICE INDAGINI PRELIMINARI SILVANA SAGUTO PROCEDIMENTO PENALE N 10578 2008  A CARICO DI RISO NAPOLEONE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE  E GASPARE PORTOBELLO SINDACO PM AMELIA LUISE PARTE OFFESA RUBINO ANTONINO  
·         PORTOBELLO GASPARE RISO NAPOLEONE LUCIDO ANTONINO LA PALOMA PROCEDIMENTO PENALE  10578 2008 PUBBLICO MINISTERO AMELIE LUISE G.I.P. SILVANA SAGUTO DETERMINAZIONE N. 4     Rimborso spese legali sostenute dal Sindaco prof. Gaspare Portobello per la propria difesa (proc. n.10578/2008 RGNR-1948/2001 RGGIP)   
·         PROCESSO PER DIFFAMAZIONE 2011 28 DICEMBRE  ANZA' CIAMPOLILLO UDIENZA 28 DICEMBRE DIFFAMAZIONE PIANO ARIA COPIATO PROCEDURA CONCESSIONE AUTORIZZAZIONE DECRETO 693 AIA ITALCEMENTI ISOLA DELLE FEMMINE PROCESSO 2011 18 DICEMBRE PROCEDIMENTO 9916 2011 
·         PROGETTO ONDA BLU
·         PROCEDIMENTO PENALE 10578 2008 RISO NAPOLEONE LICENZA ILLEGITTIMA C.E.C. PORTOBELLO GASPARE LA PALOMA RUBINO TI FACCIO SALTAREIN ARIA IL NOTIZIARIO 2010 10 DICEMBRE PROCEDIMENTO PENALE 10578 2008 PUBBLICO MINISTERO AMELIE LUISE G.I.P. SILVANA SAGUTO
·         PUBBLICO INCANTO 2014 14 FEBBRAIO PUBBLICO INCANTO 100 MILA EURO MANUTENZIONE SCUOLE STRADE EDIFICI ILLUMINAZIONE STRADE ALBERT D'ARPA SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE ISOLA DELLE FEMMINE 
·         REVISORI DEI CONTI NEI BILANCI 2012 2013 2014 2015 2016
·         RIMOZIONE DEL RESPONSABILE UFFICIO TECNICO COMUNALE ARCH GIAMBRUNO MONICA
·         RINASCITA ISOLANA 2009 2010 PORTOBELLO SINDACO ESTERNALIZZAZIONE POSTALIZZAZIONE VIGILI URBANI CROCE ANTONINO PROTEZIONE CIVILE PARCHIMETRI MAGGIOLI SORGE INTERROGAZIONI  ZUCCARELLO RINASCITA ISOLANA
·         QUERELA PER DIFFAMAZIONE ATTO DI QUERELA DEL SINDACO DI ISOLA DELLE PROFESSORE GASPARE PORTOBELLO NEI CONFRONTI DEL BLOGGER GIUSEPPE CIAMPOLILLO PERL’ARTICOLO “LA KUPOLA DELLA POLITIKA A ISOLA DELLE FEMMINE” APPARSOSULLA RIVISTA “IL VESPRO EDIZIONE APRILE 2010
·         RAPPA ROCCO I POSTUMI DELLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL GIUGNO 2009 QUERELA 2009 5 SETTEMBRE RAPPA ROCCO FALCONE FABIO QUERELA ALL PS MONDELLO  CRIVELLO VINCENZO RIBBENI VERONICA PR 2156 2009 “….TI AMMAZZEREI.. TI DENUNCIO.. TI FACCIO PERDERE IL POSTO DI LAVORO.. SEI UN PEZZO DI MERDA SEI UN FANGO…” 14 08 09
·         D’ARPA SANDRO RESPONSABILE UFFICIO TECNICO COMUNALE DI ISOLA QUERELA 2011 31 MAGGIO PROCED 3716 2011 GIP ANANIA VITTORIO QUERELA D'ARPA SANDRO  BOLOGNA NEVOLOSO CIAMPOLILLO MANNINO CALTANISETTA CRISCI MIGNANO RUBINO BILLECI
·         RAPPA INGEGNERE ROCCO SSESSORE AI LAVORI PUBBLICI PATRIMONIO PROTEZIONE CIVILE ATTIVITA’ PRODUTTIVE IL 12 OTTOBRE 1999 RASSEGNA LE DIMISSIONI NOTA 12291
·         RAPPA ROCCO 2009 3 LUGLIO PORTOBELLO SINDACO ORDINANZA N 29 DI RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI RAPPA ROCCO DIPENDENTE DEL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE ORDINANZA DI RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI RAPPA ROCCO 
·         RISO NAPOLEONE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO LUCIDO MARIA STELLA VOLTURA DA PARTE DEI GENITORI LUCIDO GEOM ANTONINO E GIAMBONA GIUSEPPA “LA PALOMA”
·         SACCULLO RITO POMIERO MOTO GAETANO COMPLEANNO PASSAGGIO DELLE VIOLE 9 FOGLIO 3 PARTICELLE 339 417 347B 502B 988 MQ IMPASTATO GIOVANNI ZONA P.P. ZONE C Commissione edilizia 8.9.2006
·         SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec LUCIDO ANTONINO burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert bruno sirchia altadonna mannino
·         SARACEN
·         SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA DELLE FEMMINE PER INFILTRAZIONI MAFIOSE RICORSO AL T.A.R. PALERMO 2013 28 FEBBRAIO RICORSO AL T.A.R. N. 00313 2013 REG RIC 00470/2013 REG.PROV.COLL. PORTOBELLO CUTINO RISO PALAZZOTTO ANNULLAMENTO DECRETO DI SCIOLIMENTO C.C. ISOLA DELLE FEMMINE DEL MINISTRO SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE ISOLA DELLE FEMMINE PER INFILTRAZIONI MAFIOSE PER COMPETENZA RICORSO AL T.A.R. DI ROMA 2013 24 aprile udienza scioglimento consiglio comunale isola delle femmine  del 12 novembre 2012 tar roma sezione 1 numero 201302889  portobello cutino riso PALAZZOTO……..  ANNULLAMENTO DEL D.P.R. DEL 12.11.2012 CON IL QUALE È STATO DISPOSTO LO SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA DELLE FEMMINE PER LA DURATA DI 18 MESI, AI SENSI DELL'ART. 143 DEL D.L.VO 18.08.2000, N. 267, CON L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL'ENTE AD UNA COMMISSIONE STRAORDINARIA. RIASSUNZIONE (ORD. COLL. N. 470/2013 DEL TAR PER LA SICILIA - PALERMO, SEZIONE PRIMA, RIC. N. 313/2013)   NGR 201302989 SEZIONE 1DATA DEPOSITO 29.03.2013 RITO ABBREVIATO (EX ART 119 C.P.A.) UDIENZA 24 APRILE 2013 CAMERA DI CONSIGLIO RINVIATO AL MERITO BOTTIGLIERI GIUDIZIO CAUTELARE
·         SCUOLA MATERNA ISOLA DELLE FEMMINE IL RISCALDAMENTO E IL RESPONSABILE DELLA SICUREZZA
·         SCUOLA MATERNA SOPRALLUOGO VIGILI DEL FUOCO NON IN SICUREZZA IMPIANTO RISCALDAMENTO
·         SENTENZA CORTE DI APPELLO DI PALERMO DI CONDANNA PER ABUSIVISMO EDILIZIOCRISCI CRISCI LUCIDO MANNINO
·         SENTENZA 7429 18 DICEMBRE 2015  RG 9916 2011 AZIONE DI RISARCIMENTO DEL DANNO DI DIFFAMAZIONE DR. SALVATORE ANZA’ CIAMPOLILLO GIUSEPPE PROCEDURA SEGUITA AI FINI DELLA CONCESSIONE DELL’AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE ALLA ITALCEMENTI DI ISOLA DELLE FEMMINE PIANO QUALITA’ DELL’ARIA DECRETO ASSESSORIALE  GAB  176 09.08.07
·         SENTENZA CORTE DI APPELLO DI PALERMO N 6 2015 2015 19 FEBBRAIO BOLOGNA SINDACO BRUNO FRANCESCO 2015 19 FEBBRAIO CORTE ASSISE APPELLO PA CONFERMA SENTENZA 6 2015  OMICIDIO MAFIOSO ENEA VINCENZO DEPOSITO 17 AGOSTO 2015 VASSALLO GIUSEPPE RICCONO ROSARIO BRUNO FRANCESCO,ONORATO NAIMO MUTOLO FRANCESCO DEL BENE PACE CORTE DI CASSAZIONE
·         SENTENZA CORTE DI APPELLO DI PALERMO 2014 15 OTTOBRE SENTENZA CORTE DI APPELLO DI PALERMO ANZA’ SALVATORE SENTENZA N 4055 RIFORMA SENTENZA 50455 2012 DI CONDANNA DI SALVATORE ANZA PER AVER FATTO UN OPERAZIONE DI POIA E INCOLLA DEL PIANO ARIA REGIONE SICILIA DECRETO ASSESSORIALE GAB 197 9 AGOSTO 2007
·         SENTENZA CORTE DI CASSAZIONE 2016 9 MARZO INTERCETTAZIONI TELEFOMNICHE BOLOGNA CACCETTA PIZZO LOTTIZZAZIONE SEGESTA SENTENZA CORTE DI CASSAZIONE PER CACCETTA  
·         SENTENZA CORTE DI CASSAZIONE 2016 29 SETTEMBRE SENTENZA CORTE DI CASSAZIONE AGGRESSIONE AL SINDACO PORTOBELLO DEL 12 MAGGIO 2011 Penale Sent. Sez. 5 Num. 44991 Anno 2016 Presidente: NAPPI ANIELLO Relatore: SCARLINI ENRICO VITTORIO STANISLAO Data Udienza: 29/09/2016 sul ricorso proposto da: SORGE TOMMASO nato il 13/05/1962 a PALERMO z--" avverso la sentenza del 04/11/2015 della CORTE APPELLO di PALERMO visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso; udita in PUBBLICA UDIENZA del 29/09/2016
·         SENTENZA CORTE DI CASSAZIONE 3 SEZIONE PENALE N 15729 2015 INAMMISSIBILITA’ DELLA RICHIESTA DI REVISIONE DELLA SENTENZA DELLA CORTE DI APPELLO A CARICO DI CRISCI CRISCI LUCIDO E MANNINO
·         SENTENZA 7429 2015 GIUDICE CORSINI PUBBLICATA  18 12 2015 CIAMPOLILLO ANZA' PROCEDIMENTO 9916 2011  PIANO QUALITA' DEL'ARIA REGIONE SICILIA ITER AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE ITALCEMENTI DECRETO 693 18 07 2008
·         SENTENZA DI INCANDIDABILITA A SEGUITO SCIOGLIMENTO CC SENTENZA 132 10 GIUGNO 2013 TRIBUNALE PALERMO 1° SEZIONE CIVILE INCANDIDABILITA' DI TUTTI LA MAGGIORANZA CONSIGLIARE E GIUNTA
·         SENTENZA CORTE DI CASSAZIONE  SEZIONE 1 CIVILE N 8398 2016 DEPOSITATA 27 APRILE 2016 LO JACONO + 5 AVVOCATO COMUNE ZANGHI LA SOMMA DA RISARCIRE RISULTA ESSERE DI EURO 3.971.691,81
·         SENTENZA DI ASSOLUZIONE PER IL REATO DI DIFFAMAZIONE SPORTO DAL SINDACO “DECADUTO” PROFESSORE GASPARE PORTOBELLO NEI CONFRONTI DI CIAMPOLILLO 648 2014 BLOGGER GIUSEPPE CIAMPOLILLO PER L’ARTICOLO “LA KUPOLA DELLA POLITIKA A ISOLA DELLE FEMMINE” APPARSOSULLA RIVISTA “IL VESPRO EDIZIONE APRILE 2010
·         SENTENZA 226 1998 SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec LUCIDO ANTONINO burgio salvatore armao  sialma costruzioni mannino bologna albert brunosirchia altadonna mannino  
·         SENTENZA CORTE D’APPELLO DI PALERMO 1788  20 LUGLIO 2010 CONDANNA DEL COMUNE A RISARICE LO JACONO + 5     20 luglio 2010, pronunciata dalla sezione III civile,  ha condannato   IL Comune a pagare la somma di € 2.289.137,00 
·         SENTENZA CORTE DI APPELLO PALERMO 292 2004 GIAMBRUNO DE PAPERO LIDIA ZANGHI FOGLIO 1 PART 1824 1826 1828 1829 DEBITO FUORI BILANCIO ESPROPRIO
·         SENTENZA CORTE DI CASSAZIONE  PIANO ARIA REGIONE SICILIA DECRETO ASSESSORIALE GAB/197 9 AGOSTO 2007 2015 5 MAGGIO SENTENZA 38068 2015 CORTE DI CASSAZIONE PROCURA ANZA AVVERSO SENTENZA APPELLO DI ASSOLUZIONE 1394 2013 ANNULLA SENTENZA  E RIMANDA IL TITTO IN  APPELLO A PALERMO
·         Sentenza corte di cassazione 2017 30 gennaio corte di cassazione sentenza 2294 2017 Senza certificato di abitabilità la casa non si può vendere
·         SENTENZA DI INCANDIDABILITA’ DELLA MAGGIORANZA DI PORTOBELLO N 132 2013 2013 17 GIUGNO SENTENZA 132 2013 INCANDIDABILITA' GASPARE PORTOBELLO  MARCELLO CUTINO RISO NAPOLEONE PALazzotto AND COMPANY  CONTROLLO GIURIDICO FINALIZZATO ALLA INDIVIDUAZIONE DEI RESPONSABILI DELLE CONDOTTE DA CUI SCATURISCE LO SCIOGLIMENTO
·         SENTENZE SICAR 183 2007 CORTE APPELLO PA 1178 2011 2013 31 DICEMBRE DEBITI FUORI BILANCIO SICAR ZUCCARELLO CROCE INCENDIO AGOSTO 2004 SENTENZE 183 2007 CORTE APPELLO PA 1178 2011 84MILA 129 EURO 37 66MILA EURO SPESE LEGALI 2 GIUDIZI 11MILA 919 EURO 47
·         SENTENZA TRIBUNALE CIVILE DI PALERMO SEZIONE DEL LAVORO 4442 2011 2011 31 OTTOBRE PORTOBELLO SINDACO GIAMBRUNO BILELLO 6 OTTOBRE 2005 BOLOGNA SICILEAS SARACEN VILLAGGIO DELLE PALME DETERMINA GIUNTA 111 AVVERSO SENTENZA TRIBUNALE PALERMO SEZ LAVORO 4442 2011
·         SEQUESTRO BENI MAFIOSI PIETRO LO SICCO VILLA COMPLESSO RESIDENZIALE HOTEL HOUSE VIA DEI SARACENI 15 PASSAGGOIO DEL CORALLO ISOLA DELLE FEMMINE
·         SEQUESTRO BENI MAFIOSI BRUNO PIETRO VASSALLO GIUSEPPE 1995
·         serit SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  cec burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert brunosirchia altadonna mannino
·         SIALMA COSTRUZIONI SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert brunosirchia altadonna mannino
·         SICAR BRICO CENTER
·         SICILEAS
·         SIRCHIA SAMANTA SICILIA COSTRUZIONI  srl CANEPA SALVATORE  serit cec burgio salvatore armao sentenza 226 1998 sialma costruzioni mannino bologna albert bruno sirchia altadonna mannino BOLOGNA GAETANO
·         SOLEMAR
·         STRISCE BLU  SPARSE PER L’INTERO TERRIORIO DI ISOLA DELLE FEMMINE 2016 29 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO MOZIONE CONTRO AFFIDAMENTO CONCESSIONE DEL SERVIZIO GESTIOE PARCHEGGI PAGAMETNO CENTRO  URBANO RELAZIONE MAGGIORE CROCE ANTONINO
·         TAORMINA VIA LIBERTA VARIANTE AL PRG RESPINTO ASSESSORATO NOTA 22402 23.11.16 FOGLIO 3 PART 2345 512 1568 1567 1566 1565 1971 95
·         TRASPARENZA INFORMATIZZAZIONE FORMAZIONE E CONSERVAZIONE DOCUMENTI NELLA PULLICA AMMINISTRAZIONE 2014 13 NOVEMBRE DECRETO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI  formazione  trasmissione  copia duplicazione riproduzione e validazione temporale     conservazione dei documenti informatici
·         TRATTORIA CARDINALE s.n.c. proprietario angelo mannino marzo 1950 2010  11 MAGGIO  PORTOBELLO SINDACO MANNINO ANGELO MARZO 1950 TITOLARE  TRATTORIA CARDINALE snc  CHIOSCO PORTICCIOLOPIAZZA PITTSBURG AUTORIZZAZIONE ALLACCIO FOGNARIO 
·         TRIBUTI RESPONSABILE 6° SETTORE ROCCO RAPPA SGRAVI GESTIONE TRIBUTI
·         ZANGARA ANGELA TITOLO DI STUDIO EQUIPOLLENTE VALIDO NELLA PROGRESSIONE DI CARRIERA  RESPONSABILE ECONOMO DEL COMUNE  UFFICIALE DI STATO CIVILE
·         ZUCCARELLO SICAR 2010 5 MARZO PORTOBELLO SINDACO EMERGENZA RIFIUTI  DELIBERA AFFIDAMENTO 191 ZUCCARELLO BORGETTO CUCCHIARA TERRASINI COMANDANTE CROCE SICAR INCENDIO TURANO
·         Comune di Isola delle Femmine: lavori di completamento degli impianti sportivi polivalenti di via G. Falcone. Totale intervento: € 1.588.000,00. Lavori eseguiti al 21%. Opera a fruibilità ridotta.

1963 7 MARZO La mattina, un'autovettura  con quattro uomini a bordo si fermava davanti al mattatoio comunale di Isola delle Femmine.

1955 23 DICEMBRE CEMENTERIE SICILIANE GRUPPO ITALCEMENTI DI ISOLA DELLE FEMMINE FINANZIAMENTO PER UN MILIARDO E 60 MILIONI CON IRFIS PER 20 ANNI AL TASSO DEL 5,75

STEFANO BOLOGNA

ESPERIENZE FORMATIVE ISTITUZIONALI EPROFESSIONALI

Consigliere Comunale del Comune di Isola delle Femmine dal 1983 al 1985 ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26 GIUGNO 1983 con la lista “Nuova Isola” 120 voti Risulta vincente al Lista “NUOVA ISOLA” sindaco LO BIANCO

1974 10 FEBBRAIO ORE 20 ISOLA DELLE FEMMINE Rapina con sparatoria in un supermercato alimentare di Isola delle Femmine Il gestore del magazzino  “L’isoletta” cade colpito a morte nel tentativo di difendere l'incasso della giornata.  Pietro La Fata, 61 anni, originario di Partinico.
Prima di dedicarsi alla tranquilla attività commerciale aveva costruito bauli per gli emigranti diretti negli Stati Uniti e nei quali - sospettavano gli inquirenti - vi sarebbe la droga.

1975 2 DICEMBRE DELIBERA GIUNTA MINICIPALE  n. 156 ASSEGNAZIONE DI  23 AREE CIMITERIALI A DIVERSI  CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE

1975 15 APRILE ESECUZIONE LAVORI EDILIZ N 64 IN ASSENZA DEL PREVENTIVO PARERE DELLA SOPRINTENDENZA SENZA LA PREVENTIVA APPROVAZIONE DI UN PIANO DI LOTTIZZAZIONE O DI UN PIANO PARTICOLAREGGIATO  IMMOBILE DI BOLOGNA GAETANO PADRE DELL’EX SINDACO STEFANO IN VIALE MARINO 10 RICHIESTA PROVVEDIMENTI ADOTTATI A SEGUITO NOTA 11852 29 AGOSTO 2013 CISTERNA D’ACQUA ABUSIVA RELAZIONE SOPRALLUOGO A QUATTRO IMOBILI QUADRIFAMILIARI MANCANZA DI NULLA OSTA ESECUZIONI LAVORI N 64 15 APRILE 1975 REALIZZAZIONE DI QUATTRO VILLETTE

1975 23 GIUGNO DI MAGGIO SINDACO LICENZA EDILIZIA 45 CAPANNONE INDUSTRIALE RUSSELLO ANGELO VIA LIBERTA 11 E 11° FOGLIO 1 PART 2069 1466    

1977 14 MAGGIO DI MAGGIO SINDACO APPROVATO PRG ADOTTATO DELIBERA CC 4 07 05 1976 BRUNO GIOVANNI PIETRO POMIERO CANEPA SPANO GIAMBRUNO CEMENTIFICIO

1981 20 GENNAIO ITALCEMENTI ISOLA DELLE FEMMINE  DECRETO PRESIDENTE REGIONE SICILIA REGISTRATO N° 1 81-1 PA CONCESSIONE DI 100 ETTARI DA BOSCHIVI AD INDUSTRIALE   PIAN DELL’AIA BENI PATRIMONIALI INDISPONIBILI DELLA REGIONE SICILIA 1981 20 GENNAIO ITALCEMENTI ISOLA DELLE FEMMINE  DECRETO PRESIDENTE REGIONE SICILIA REGISTRATO N° 1 81-1 PA CONCESSIONE DI 100 ETTARI DA BOSCHIVI AD INDUSTRIALE BENI PATRIMONIALI INDISPONIBILI PIAN DELL’AIA TORRETTA  RITENUTO preminente per l’economia dell'Isola lo sfruttamento del minerario esistente nella zona individuata e più rispondente ai fini di pubblica utilità la destinazione temporanea della zona medesima all'uso industriale 'autorizzazione per potere esercire una cava di calcare da attivare nelle località "Pian dell’AIA-Tre Finaite” particelle nn 12, 9, 5 (tutte in parte) del foglio di mappa n° 2, particelle n° 48 (ili parte) del foglio di mappa n° 3 del N.C.T. del Comune di Torretta e particella n. 25. (in parte) del foglio di mappa n° 13 del N.C.T. del Comune di Palermo.  A decorrere della data del presente decreto e per la durata di anni venti, i terreni come sopra individuati passano dalla destinazione a fini boschivi alla destinazione industriale per lo sfruttamento del giacimento di minerale di calcara negli stessi esistente

1982 MANDATO DI CATTURA FIRMATI DA CAPONNETTO FALCONE BORSELLINO GUARNOTTA DI LELLO 2015/82 A.P.M. 323 84 REGISTRO MANDATI CATTURA MAXIPROCESSO BRUNO FRANCESCO DI ANTONINO 27.05.51 FICARRA GIUSEPPE VIA MATTEOTI 8 ISOLA DELLE FEMMINE LO JACONO PIETRO

1982 15 GENNAIO OMICIDIO GIACOMO IMPASTATO JACK VIA GIARDINI ISOLA DELLE FEMMINE ENEA VINCENZO D’GOSTINO PIOMBINO BBP COSTA CORSARA BADALAMENTI P 38 ALLA TESTA
1982 29 GENNAIO DI MAGGIO SINDACO APPROVATO PRG E REGOLAMENTO EDILIZIO COMMISSIONE COMUNALE EDILIZIA  ADOTTATO PROGETTISTA NICOLA MINEO DELIBERA CC 20 29 GENNAIO 1982 CON OSSERVAZIONI E PRESCRIZIONI GENIO CIVILE NOTA11134 13.07.82 VOTO CRU 2/83 18.01,83   CC 4 07 05 1976 BRUNO GIOVANNI PIETRO POMIERO  CEMENTIFICIO

1982 13 MAGGIO OMICIDIO D'AGOSTINO A PARTANNA FRANCESCO BRUNO RICCOBONO ENEA PIOMBINO IMPASTATO MUTOLO GALLINA MICALIZZI

1982 8 GIUGNO DI MAGGIO SINDACO OMICIDIO VICENZO ENEA FRANCESCO BRUNO BBP VASSALLO COSTA CORSARA IMPASTATO COPACABANA BADALAMENTI PIOMBINO D’AGOSTINO

1983 1985 BOLOGNA STEFANO Consigliere Comunale del Comune di Isola delle Femmine dal 1983 al 1985 ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26 GIUGNO 1983 con la lista “Nuova Isola” 120 voti Risulta vincente al Lista “NUOVA ISOLA” sindaco LO BIANCO

1983 18 GENNAIO DI MAGGIO SINDACO VOTO CONSIGLIO REGIONALE URBANISTICA PRG ADOTTATO DELIBERA CONSIGLIO 20 DEL 29.01.82

1983 14 MAGGIO OSSERVAZIONI AL PIANO REGOLATORE GENERALE APPROVATO CON DELIBERA DECRETO ASSESSORIALE 83 1977 ADOTTATO C.C. 20 FEBBRAIO 1982 PAG 7 :
25) Osservazione n 25 assunta al protocollo del Comune in data 5-4-1982 a firma di numerosi cittadini. Si chiede che l’eventuale futuro ampliamento del cimitero venga effettuato dal lato Sud di Capaci anziché verso la spiaggia. Il Consiglio Comunale ha accolto l’osservazione

1983 26 giugno elezioni amministrative liste candidati voti nuova isola torre di maggio stefano bologna ferrante lo bianco bruno pomiero palazzotto mangiardi

1983 26 GIUGNO ELEZIONI AMMINISTRATIVE LISTE E CANDIDATI VOTI TORRE DI MAGGIO VINCENZO 1939 559 VOTI AIELO GIUSEPPE BENITO 1935 124 VOTI AIELLO VINCENZO 1946 134 VOTI BILLECI FRANCESCO 1930 124 VOTI CATALDO ANTONINO 1920 48 VOTI FERRARA EGIDIO 1938 77 VOTI IMPASTATO GIOVANNI 1951 61 VOTI LUCIDO MICHELE 1957 54 VOTI MANGIARDI ENRICO 1936 24 VOTI MANNINO GIUSEPPE 1932 235 VOTI NEVOLOSO ANTONINO 1918 88 VOTI POMIERO GIUSEPPE 1937 158 VOTI PUCCIO GIUSEPPE 1947 81 VOTI RUBINO ANTONINO 1957 89 VOTI SCALA RAFFAELE ENRICO 1935 63 VOTI TAORMINA PIETRO 69 VOTI NUOVA ISOLA LO BIANCO ANTONINO 1950 606 VOTI AIELLO FRANCESCO PAOLO 1942 117 VOTI BOLOGNA STEFANO 1960 120 VOTI BRUNO ANONINO 1945 163 VOTI BRUNO ROSARIO 1951 132 VOTI CARDINALE FRANCESCO 1942 139 VOTI CORSO GIUSEPPE 1964 117 VOTI CROCE ORAZIO 1961 69 VOTI D’ANGELO ERASMO 1938 93 VOTI FERRANTE GIUSEPPE 1950 207 VOTI GRADINO SALVATORE 1945 173 VOTI LOMBARDO GIUSEPPE 1954 67 VOTI LUCIDO PIETRO 1945 55 VOTI PALAZZOTTO MICHELE 8 dipendente Comune Capaci) 1956 158 voti palleggiati vincenzo 1939 40 voti vermiglio rocco 1959 69 voti SINDACO LO BIANCO ANTONINO  ASSESSORE LAVORI PUBBLICI BRUNO ANTONINO (FRATELLO DI BRUNO GIOVANNI “STAMPA”  BRUNO GIOVANNI MEMBRO DELLA COMMISSIONE EDILIZIA

1984 11 APRILE LO BIANCO SINDACO IL COMITATO CITTADINO C.L.A.M. SCRIVE LETTERA DI DENUNCIA PER INFILTRAZIONI MAFIOSE A FALCONE CARABINIERI COMMISSIONE ANTIMAFIA PREFETTO QUESTORE BRUNO PIETRO GIUSEPPE GIOVANNI BBP MORGANTINA POMIERO

1984 13 LUGLIO 1984  PIETRO BRUNO sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di p.s. per la  durata  di anni tre nonche’ alla confisca della quota azionaria nella  COPACABANA, di cui si dira’ in seguito, riconducibile al noto boss  BADALAMENTI.  Il 21 marzo 1985, la Corte d’Appello, in parziale  riforma  del  decreto del Tribunale, riduceva a due anni la  misura  di  prevenzione  della sorveglianza speciale.
La partecipazione di PIETRO BRUNO  all’associazione mafiosa Cosa  Nostra è asseverata dalla sentenza di condanna ad anni 4 di reclusione  per 416 bis C.P., commi 1°, 3°, 4° e 6°, emessa dal G.U.P. di’ Palermo in data 20 dicembre 2000, divenuta irrevocabile il 7  ottobre  2003.  Le motivazioni  del  predetto  provvedimento   giudiziario   certificano l’appartenenza dell’indagato alla famiglia  mafiosa  di  Isola  delle Femmine, territorio rientrante  nel  mandamento  mafioso  di  Tommaso Natale-San Lorenzo, diretto da LO PICCOLO. In epoca più recente, il territorio di Isola delle Femmine e Capaci è risultato indissolubilmente legato alla figura di “Omissis” (nato ad Isola delle Femmine il”Omissis”), elemento di spicco di Cosa nostra, attualmente detenuto. Proc. n. 7635\2011 R.G.N.R. DDA (stralcio del prot.n. 11213\2008 R.G.N.R. DDA cd. Addiopizzo 5) –) nei confronti di ACQUISTO Michele + 65 (tra cui LO PICCOLO Salvatore e Sandro) per artt. 416 bis c.p., artt. 81 cpv., 110 e 629 co. 2° in rel. al n. 3 co. 3 dell’art. 628 c.p. e art. 7 D.L. 13 maggio 1991 n. 152 conv. in legge n. 203/91, nonché artt. 73 e 74 D.P.R. 309/90, commessi in gran parte nel mandamento di Tommaso Natale San Lorenzo, per il quale si è svolto il giudizio abbreviato avanti al GUP MATASSA e il processo ordinario innanzi alla IV^ Sez. pen. Pres. FONTANA – che ha condannato gran parte degli imputati a pene fino a 30 anni di reclusione in data 30 giugno 2014 (tra cui LO PICCOLO Salvatore e Sandro ad anni 30, ACQUISTO Michele, BAUCINA Salvatore, BIONDO Mario, D’ANNA Salvatore (reggente della famiglia di Terrasini), DI MAGGIO Procopio (della famiglia di Cinisi), MESSINA Giuseppe e PALAZZOLO Vito Mario ad anni 12 di reclusione, CUSIMANO Nicolò, LO CASCIO Giuseppe, LO PICCOLO Filippo e TOGNETTI Felisiano ad anni 13 di reclusione, BRUNO Pietro (reggente della famiglia di Capaci e Isola delle Femmine) e DI BELLA Giuseppe (della famiglia di Montelepre) ad anni 14 di reclusione;

1984 10 ottobre Il 10 ottobre 1984 gli arresti delle due giunte
Candidato alle elezioni Comunali del 1986 con la lista “Per Isola” raccoglie 40 voti liste rappresentate in Consiglio Comunale “Nuova Isola” con 847 voti e la lista “Torre” con 1133 sindaco eletto Di Maggio Vincenzo

1985 16 APRILE COMMISSIONE PARLAMENTARE SULLA MAFIAPOMIERO SIFAC BBP MORGANTINA BILLECI SALVATORE 37 BADALAMENTI BILLECI ROCCO BRUNO VASSALLO COPACABANA  1985 PAG 280 284

1985 COMMISSIONE PARLAMENTARE ANTIMAFIA ALINOVI SEQUESTRO BENI A MAFIOSI VITALE GIACOMO quote di partecipazione nella S.r.l.Calliope Costruzioni credito residuo di  LIRE 69.207.434  per finanziamento non rimborsato vantato nei confronti della Sri  ATLANTICE COSTRUZIONI TUTTO LIRE 870.OOO.OOO; BONTADE Rosa quota di partecipazione nella Srl Atlantlde Costruzioni credito residuo diLIRE.18.250.0OO per finanziamento non rimborsato dalle Atlantlde Costruzioni LIRE  TUTTO 820.000.000; PIPITONE ANGELO ANTONIO appezzamento terreno di are 140,10 con stabilimento Industriale In costruzione fondo rustico di are 36,10 con (stabilimento In corso costruzione  appezzamento terreno are 33,08 (appezzamento terreno uso Industriale ha 1.15.65  n.2 magazzini contigui e con (limitrofa area pertinenza di raq. 104 (appezzamento terreno diviso In 2  spezzoni  appezzamento terreno ad uso industriale di are 28.61 con fabbricato rurale mq.CB (appezzamento terreno ad uso industriale di are 24,99 appezzamento terreno ad  uso industriale di are 12.02 ~spezzone di terreno di are 27(spezzone terreno di are3,14 quota pari al 203 del capitale sociale della CE.CO.TA Sri appezzamento terreno ca. 79 locale da un vano con antistante terrazzino e da piccolo vano seminterrato appartamento da 6 vani con terreno
circostante di mq. sessanta  quota indivisa appezzamento terreno di are 87,78 spezzone di  terreno are 30,31 magazzino mq. 17  magazzino mq 23 appartamento di 2 vani posto macchina all'aperto (quota pari al SST  di pertinenza  di Pellerlto Franca nella S.di  F. PELLERITO Franca & C. complesso aziendale ditta individuale PIPITONE  Angelo quota pari al 55% capitale socio le della S.A.Z. - Società Agricola Zootecnica S.r.l. VALORE beni confiscati 23 miliardi 600 milioni ; FINAZZO EMANUELE n 11.500 azioni della S.I.F.A.C. S.p.A.  6.600 azioni della Siculo Calcestruzzi S.p.A. N 1 5OO azioni della CAPOCABANA S.p.A. quota Indivisa lotto terreno nq. 275 quota Indivisa fondo rustico na. 11.67.50 quote indivise due fondi rustici rispettivamente are 33,04 e are 12,28 VALORE beni confiscati  5 miliardi di lire; BILLECI SALVATORE  CLASSE 1937  (quota sociale n. 1.100 azioni nella COPACABANA-S.p.A. (quota sociale pari al 25% nella MORGANTINA S.r.l. VALORE bene confiscato .... 11 MILIONI DI LIRE ; BILLECI SALVATORE CLASSE 1923 (quota sociale n. 1.100 azioni nella COPACABANA-S.p.A. VALORE 11 MILIONI DI LIRE; BILLECI ROCCO (quota sociale n. 1.100 azioni nella COPACABANA-S.p.A. VALORE 11 MILIONI DI LIRE; LA VENIA MARIO (quota sociale n. 1.100 azioni nella COPACABANA-S.p.A. VALORE 11 MILIONI DI LIRE; BRUNO PIETRO 1946 (quota sociale n. 1.650 azioni nella COPACABANA-S.p.A. VALORE 16 MILIONI 500 MILALIRE; BRUNO GIUSEPPE  (quota sociale n. 1.650 azioni nella COPACABANA-S.p.A. VALORE 16 MILIONI 500 MILALIRE; BADALAMENTI VITO   1500 azioni del valore nominale di C.10.000 ciascuna nella COPACABANA-SpA  11/2 della quota sociale nella BADALAMENTI VITO -Snc   TUTTO 15 MILIONI  BADALAMENTI LEONARDO  1500 azioni del valore nominale di C.10.000 ciascuna nella COPACABANA-SpA    TUTTO 15 MILIONI BRUNO Giovanni  confisca  (Quota azionaria sottoscritta neIla Copacabana S.p.A. pari a 1650 azioni Valore dei beni sequestrati 16.500.OOO (Quote di capitale sociale nella (Morgantina S.r.l. e nella immobiliare  B.B.P. Valore dei beni sequestrati non determinato; POMIERO GIUSEPPE Quota  sociale per 1650 azioni (nella "Copacabana S.p.A." con sede in Capaci Quota sociale pari ad 1/3 della Immobiliare B.B.P. S.n.c. con sede In Isola delle femmine   Quota sociale in ragione di ¼ della "La Morgantina S.r.l." di Palermo Lotto di terreno nq.3.111 Lotto di terreno mq.11.900 Appezzamento di terreno are 11.75 Lotto di terreno mq. 290 Lotto di terreno are 6,40 Appezzamento di terreno Terreno mq: 750 Terreno are 5,8 Terreno mq. 530 Appezzamento di terreno n. 1 appartamento in Palermo  |n. 1 appartamento In Palermo  |Metà di lotto di terreno di are 16,30 Lotto di terreno are 8,15  3/4 di 2 lotti di terreno di are  10,90 e 25,43  Quota parte di 1/3 di terreno   Valore dei beni sequestrati  738.5OO.OOO

1985 14 GIUGNO SINO AL 13 GENNAIO 1987  BRUNO GIOVANNI   nato a Isola delle Femmine il 1931 e deceduto in  data “Omissis”, imprenditore, soprannominato “Faccia Macchiata”,  annovera stretti rapporti e interessi con il noto boss BADALAMENTI  di Cinisi. Il predetto,  pregiudicato  per  rissa,   è   stato   sottoposto   alla sorveglianza speciale di pubblica  sicurezza  per  anni  due  dal  14 gennaio 1985 al 13 gennaio 1987, applicata nei suoi  confronti  dalla Corte  d’Appello  di  Palermo  con  provvedimento  n.  382/1984   del 03.03.1986.
Accanto alla  ‘presenza’  del  citato  capo  famiglia,  nel  contesto criminale che per anni ha esercitato la sua influenza sul  territorio nel quale ricade il Comune di Isola delle Femmine emergono  anche  le figure di “Omissis”, “Omissis” e “Omissis”. Le motivazioni di tale provvedimento delineano la personalita’  e  lo spessore criminale del BRUNO, descritto quale persona socialmente pericolosa che, unitamente ad  altri  soggetti  operanti  in  diversi settori imprenditoriali erano sospettati di costituire  strumento  di reimpiego dei capitali provento di attivita’ illegali di tipo mafioso riconducibili al gruppo “Omissis” e in particolare a “Omissis”.  Ed infatti,  a  seguito  di  approfonditi  accertamenti  fiscali,  il Tribunale di Palermo, con decreto  del  5  marzo  1984,  ordinava  il sequestro ai sensi dell’art. 2 ter della legge 31.05.1965 n. 575,  di distinte quote sociali di  partecipazione  del  “Omissis” alla  s.p.a.
“Omissis” con  sede  a  Capaci,  alla  s.r.l.  Immobiliare  “Omissis” (acronimo dei cognomi ”Omissis”, “Omissis, “Omissis”) con sede a Isola delle Femmine e alla s.r.l. “Omissis” con sede a Palermo, nonche’  di immobili di pertinenza del medesimo “Omissis”.

1985 1 AGOSTO SINO AL 28 FEBBRAIO 1986 INGEGNERE GIUSEPPE SPERA UFFICIO TECNICO COMUNALE

1985 10 dicembre Il P.di.L. Piano di lottizzazione “LA PALOMA” è stato approvato con deliberazione del Commissario Regionale n° 50 del 10.12.1985.

1986 Candidato alle elezioni Comunali del 1986 con la lista “Per Isola” raccoglie 40 voti liste rappresentate in Consiglio Comunale “Nuova Isola” con 847 voti e la lista “Torre” con 1133 sindaco eletto Di Maggio Vincenzo

1986 6 marzo Piano di lottizzazione “DI MATTEO PIETRO e altri” Il P.di.L. è stato approvato con deliberazione commissariale n° 48 del 10.12.1985, sulla quale la CPC nella seduta del 06.03.1986 non ha riscontrato vizi di legittimità con decisione n° 66864/15176.

1986 19 settembre In data 19.09.1986 è stata stipulata la convenzione di lottizzazione tra il Comune e i lottizzanti (Di Matteo Pietro ecc) notaio Francesco Pizzuto di Palermo, ivi registrata il 30.09.1986 al n° 16812 e trascritta il 7.10.1986 ai n° 32556/25068.
Il p.di.l. interessa un’area complessivamente estesa mq. 24.074, ricadente in zona C1, comparto 7, con densità territoriale 1,00 mc/mq.
Il p.di.l. prevede la formazione di n° 15 lotti e la realizzazione di un volume di progetto di mc. 23.491 (abitanti insediati n° 235, parametro 100 mc/ab) nonché opere di urbanizzazione per complessivi mq. 3.534 e aree per viabilità per mq. 4.787.
In merito al grado di attuazione del piano di lottizzazione di che trattasi, si rileva che su n° 15 lotti edificabili, n° 12 risultano edificati mentre n° 3 lotti sono ancora inedificati.

1986 22 GIUGNO ELEZIONI AMMINISTRATIVE LISTE E CANDIDATI VOTI  TORRE 1986 30 MAGGIO PRESENTAZIONE LISTE TORRE DI MAGGIO VINCENZO AIELLO GIUSEPPE CARDINALE PIETRO CONIGLIO ANTONIO CRISCI ANTONIO FERRARA EGIDIO IMPASTATO GIOVANNI MANGIARDI ENRICO MANNINO GIUSEPPE NICOLOSI SALVATORE PAGANO COSIMO PUCCIO ORAZIO PUCCIO SALVATORE SCALA ANTONIO SCALA RAFFAELE SIINO ORAZIO ANTONIO PER ISOLA CRIVELLO VINCENZO ALBERT GIOVANNI BOLOGNA STEFANO CANNAVO’ PIETRO ANTONIO CARDINALE FRANCESCO CORRADENGO GIUSEPPE DI MAIO LEOPOLDO GRADINO SALVATORE MICALI FILIPPO PALAZZOTTO MICHELE SCIANGULA MARIA SETTECASE ANTONIO TEVOLINO VINCENZO TROIA UGO VERMIGLIO ROCCO NUOVA ISOLA FERRANTE GIUSEPPE BRUNO ANTONINO CALTANISETTA GIUSEPPE CROCE ORAZIO CROCE VINCENZO D’ANGELO ERASMO DIONISI ANGELO TERTA ANGELO FAVALORO COSIMO SALVATORE GIACCA IGNAZIO GUERCIO PIETRO LUCIDO PIETRO PALLEGGIATI VINCENZO PERITO SALVATORE PIOMBINO GIUSEPPE PRESTIGIACOMO ROSARIO 
1986 GIUGNO VINCE LA  LISTA TORRE CON 1133 VOTI  DI MAGGIO VINCENZO  CON 556 VOTI DI PREFENZE GIUSEPPE MANNINO AIELLO GIUSEPPE ORAZIO SIINO COSIMO PGANO SALVATORE NEVOLOSO GIOVANNI IMPASTATO ORAZIO PUCCIO ANTONIO SCALA ANTONINO CRISCI EGIDIO FERRARA ANTONINO CONIGLIO PIETRO CARDINALE ENRICO MANGIARDI RAFFAELE SCALA SALVATORE PUCCIO PER ISOLA  CON VOTI 530    NUOVA ISOLA CON VOTI 847  FERRANTE GIUSEPPE 646 VOTI DI PREFERENZE    DIONISI ANGELO   PERITO SALVATORE IGNAZIO GIACCHI

1986 SINDACO DI MAGGIO VINCENZO RISULTATI VINCENTI IL GRUPPO TORRE

1986 19 SETTEMBRE  DI MAGGIO SINDACO LOTTIZZAZIONE DI MATTEO PIETRO ED ALTRI 1986 19 SETTEMBRE LOTTIZZAZIONE DI MATTEO ALBATROS RIELA LONGO PASSAGGIO DEL TIMO19.9.86 REGIST 30.9.86 TRASCRITTA 7.10.86 32556 25068 PASSAGGIO DEL TIMO VIA ZIMA VIA RISORGIMENTO VIA LONGO VIA VERGA  PASSAGGIO DELL’ALBATROS   DI MATTEO PIETRO, MARINO ANTONIO,MARINO FRANCESCO,MARINO ROSOLINO, RIINA FRANCESCO, MARINO MARCELLO, FAVATA ROSOLINO VACANTE MARCO ANTONIO,BATTAGLIA MAURIZIO, CARDILE SERGIO GALLIFUOCO ALBERTO VASSALLO SALVATORE BILLECI VINCENZO BILLECI LEONARDA PIPITONE ANTONIO CAMBIANCO CROCIFISSA BILLECI & GIAMBONA SNC DI VINCENZO BILLECI & C LUCIDO PIETRO COSENZA GRAZIA GIAMMONA FRANCESCO PAOLO TRANCHINA MICHELE RICCOBONO FRANCESCO GRAZIANO GIUSEPPE GRAZIANO VINCENZO GRAZIANO MAURIZIO COSTANZO SALVATORE COSTANZO ANTONINOBELLAVISTA ERASMO VASSALLO ANTONIO BILLECI ROCCO BILLECI BEATRICE PAVIA MAURIZIO PRESTIGIACOMO GIOVAN BATTISTA FABIO PROVENZA SUSANNA VALLETTA VINCENZO PROVENZA GIUSEPPE PROVENZA ANTONINO PROVENZA EMANUELA SABINA RUSSO RITA BURRASCANO MARIA CONCETTA GENNA GIACOMO RICCOBONO VINCENZO E MESSINA CICOLA VALLETTA ANTONINO DITTE LOTTIZZANTI DI MATTEO PIETRO24.04.1928 BRUNO PIETRO 18.11.46 BILLECI SALVATORE 29.0537 DECEDUTO VASSALLO ORAZIO 01.04.50 BILECI ROCCO 22.12.32 BILLECI CATERINA 28.01.43 MANCUSO GINA 07.03.41 LONGO DARIO 10.12.73 LONGO GIUSTINO 28.10.65 LONGO ERASMO 23.11.33 DI SANDOMENICO GIOVANNI 09.01.21 INPILLIZZERI VINCENZA 07.12.30 GIAMBANCO CROCIFISSA 08.04.36 RIZZO FRANCESCO 14.06.41 VALLETTA ANTONINO 18.05.39

1987 ASSESSORE TURISMO SPETTACOLO IMPASTATO GIOVANNI

1987 30 luglio Il P.di.L. Piano di lottizzazione “TOURIST HOLIDAYS” è stato approvato con deliberazione commissariale n° 186 del 12.05.86 ratificata con deliberazione di C.C. n° 167 del 30.07.87.

1988 20 gennaio In data 20.01.88 è stata stipulata la convenzione di lottizzazione tra il Comune e la Tourist  Holidays S.r.l. notaio Maria Bonomo di Palermo, ivi registrata il 05.02.1988.
Il p.i. interessa un’area complessivamente estesa mq. 14.192 individuata al NCT al foglio 3 particelle 295-296-297-87-90-337-338, ricadente in zona C2, comparto 4-5-6, con densità territoriale 0,75 mc/mq.
Il piano di lottizzazione prevede la formazione di n° 14 lotti (individuati con le lettere A-B-CD-E-F-G-H-I-L-M-N-O-P) e la realizzazione di un volume complessivo di progetto mc. 7.734, abitanti insediati n° 107 (circa 72 mc/ab), nonché opere di urbanizzazione per complessivi mq. 1.498 (14,00 mc/ab).
In merito al grado di attuazione del piano di lottizzazione di che trattasi, si rileva che su n° 14 lotti edificabili, n° 8 risultano edificati mentre n° 6 lotti sono inedificati.

1988 SINDACO  DI MAGGIO VINCENZO ASSESSORE TURISMO SPETTACOLO IMPASTATO GIOVANNI

1988 1 MAGGIO SINDACO  DI MAGGIO VINCENZO  TORRE 7 MESI RECLUSIONE UN ANNO INTERDIZIONE UFFICI RISARCIMENTO DANNI SPESE  AVER IMPEDITO INSEDIAMENTO DA CONSIGLIERE DI FERRANTE GIUSEPPE  DELLA LISTA NUOVA ISOLA ELETTO NELLE ELEZIONI 1986 RISULTATE VINCENTI IL GRUPPO LA TORRE SINDACO DI MAGGIO

1989 11 MAGGIO  OPERA PUBBLICA A ISOLA STAZIONE BIOLOGIA MARINA UBICATA NELLA STAZIONE DEI CARABINIERI DI ISOLA SINDACO  DI MAGGIO VINCENZO TORRE   IMPASTATO GIOVANNI ASSESSORE TURISMO    FERRANTE GIUSEPPE  DELLA LISTA NUOVA ISOLA ELETTO NELLE ELEZIONI 1986 RISULTATE VINCENTI IL GRUPPO LA TORRE SINDACO DI MAGGIO

1989 18 MAGGIO DI MAGGIO SINDACO SINO AL 2 APRILE 1992 PRESIDENTE COMMISSIONE EDILIZIA

1989 4 OTTOBRE SINDACO  DI MAGGIO VINCENZO TORRE   IMPASTATO GIOVANNI ASSESSORE TURISMO    FERRANTE GIUSEPPE  DELLA LISTA NUOVA ISOLA ELETTO NELLE ELEZIONI 1986 RISULTATE VINCENTI IL GRUPPO LA TORRE SINDACO DI MAGGIO

1990 15 GENNAIO PIANO PARTICOLAREGGIATO ZONE C GENIO CVILE PROT 21900 7.11.90 PROGETTISTA DE CARO MICHELANGELO ESPROPRIAZIONI E PIANO PLANIVOLUMETRICO RELAZIONE-PROGRAMMA DI ATTUAZIONE TAV.1

1990 6 APRILE  SINDACO DI MAGGIO LOTTIZZAZIONE LA PALOMA   CONVENZIONE 38895 DELIBERA COMM REGIONALE 50 10 12 1985

1990 6 aprile Piano di lottizzazione “LA PALOMA” In data 06.04.1990 è stata stipulata la Convenzione di lottizzazione, notaio Francesco Pizzuto di Palermo, ivi registrata il 20.04.90 al N° 6731 e trascritta il 19.04.1990 presso la Conservatoria dei RR.II. di Palermo ai nn°16031-12129.
Il p.di.l. interessa un’area complessivamente estesa mq.35.555, individuata al NCT al foglio 3 particelle 123, 137, 171, 172, ricadente in Zona C1, densità territoriale 1,50 mc/mq.
Il p.di.l. prevede la formazione di n° 32 lotti per la realizzazione di un volume di progetto di complessivi mc. 53.332, abitanti insediati n° 410 , (130 mc/ab) nonché opere di urbanizzazione per mq. 6.641 (> 15 mq/ab) e aree per viabilità per mq. 5.015.
In merito al grado di attuazione del piano di lottizzazione di che trattasi, si rileva che su n° 32 lotti edificabili, n° 19 sono edificati mentre n° 13 lotti sono ancora inedificati.

1990 7 AGOSTO ADOZIONE PIANO PARTICOLAREGGIATO ZONA C CONFORME AL PRG DELIBERA CONSILIARE 127  1997 30 APRILE BOLOGNA SINDACO CONCESIONE EDILIZIA 7/91 TAORMINA GIACOMO 03.11.43 TURORE DI GAETANO VIA LIBERTA’ 130 FOGLIO 3 PART 96 E 218 CONFINANTE CON PROPRIETA’ FAVATA ROSOLINO FABBRICATO A 2 ELEVAZIONI FUORI TERRA E PIANTA RETTANGOLARE MQ 1.519 1997 30 APRILE BOLOGNA SINDACO CONCESIONE EDILIZIA 8/91 TAORMINA GIACOMO 03.11.43 TURORE DI GAETANO VIA LIBERTA’ 130 FOGLIO 3 PART 96 E 218 CONFINANTE CON PROPRIETA’ FAVATA ROSOLINO CATASTO URBANO AL F 3 PART 2345 SUB 3 4 CAT A/7 CL 2, CONS 5 VANI MQ 1.519 1997 30 APRILE BOLOGNA SINDACO CONCESIONE EDILIZIA 9/91 TAORMINA GIACOMO 03.11.43 TURORE DI GAETANO VIA LIBERTA’ 130 FOGLIO 3 PART 96 E 218 CONFINANTE CON PROPRIETA’ FAVATA ROSOLINO CATASTO URBANO AL F 3 PART 2345 SUB 5 E 6 CAT A/7 CL 2, CONS 5 VANI MQ 1.519 1990 7 AGOSTO  DELIBERA CONSIGLIO OMUNALE 127 ADOZIONE PIANO PARTICOLAREGGIATO ZONA C CONFORME AL P.R.G. 1997 30 APRILE BOLOGNA SINDACO CONCESIONE EDILIZIA 10/91 TAORMINA GIACOMO 03.11.43 TURORE DI GAETANO VIA LIBERTA’ 130 FOGLIO 3 PART 96 E 218 CONFINANTE CON PROPRIETA’ FAVATA ROSOLINO CATASTO URBANO AL F 3 PART 2345 SUB 1 E 2 CAT A/7 CL 2, CONS 5 VANI 2007 27 APRILE PORTOBELLO SINDACO DECRETO ASSESSORIALE 30 MARZO 2007 PRG  VALUTAZIONE STRATEGICA AMBIENTALE NELLA FASE DI REDAZIONE DEL PRG 2009  1 GIUGNO PORTOBELLO SINDACO TRASMETTE  PRG ADOTTATO C.C. DELIBERA 33 1 AGOSTO 2007 PROT ASSESSORATO 41829 5.06.09 OGGETTO ORDINE DEL GIORNO PER LA SEDUTA DELLA C.E.C. DEL 6.6.07 11)pratica edilizia 8.07 Taormina Antonia Giovanna ed altri istanza 29.03.07 prot 3975 Richiesta CE per il completamento e variante inerente il villino bifamigliare denominato corpo A via Libertà.12)pratica edilizia 9.07 Taormina Antonia Giovanna ed altri istanza 29.03.07 prot 3978 Richiesta CE per il completamento e variante inerente il villino bifamigliare denominato corpo B via Libertà. 13)pratica edilizia 10.07 Taormina Antonia Giovanna ed altri istanza 29.03.07 prot 3980 Richiesta CE per il completamento e variante inerente il villino bifamigliare denominato corpo C via Libertà. 14)pratica edilizia 11.07 Taormina Antonia Giovanna ed altri istanza 29.03.07 prot 3981 Richiesta CE per il completamento e variante inerente il villino bifamigliare denominato corpo D via Libertà. 163  2010 22 FEBBRAIO PORTOBELLO SINDACO CONSIGLIO COMUNALE Variante al P.R.G. adottato con D.C.C. n°33/2007 – Rettifica dei confini territoriali rappresentati nella cartografia del PRG 2011 23 MARZO PORTOBELLO SINDACO DETERMINA 3 SETTORE D’ARPA SANDRO IMPEGNO E LIQUIDAZIONE 14 FATTURE 13 E 20 SETTEMBRE 2010 FERRARELLA ANDREA VALUTAZIONE INCIDENZA 18.972 EURO NELL’AMBITO P.R.G. ADOTTATO C.C. 33 1 AGOSTO 2007 2011 5 agosto portobello sindaco dirigente urbanistica regione sicilia prg prot 52120 non procedibilita’ approvazione prg in assenza di vas che deve essere eseguito in fase di redazione prg 2011 4 ottobre  portobello sindaco urbanistica servizio 2  prot 67549 prg prot 52120 non procedibilita’ approvazione prg in assenza di vas che deve essere eseguito in fase di redazione prg 2013 21 NOVEMBRE COMMISSIONE STRAORDINARIA DELIBERA GIUNTA 16 GIAMBRUNO UTC ADOZIONE VARIANTE URBANISTICA VIGENTE PRG 83 77 14 05 1977 E AL NUOVO PRG ADOTTATO DELIBERA C.C. 33 77 AREA TAORMINA VIA LIBERTA 130 Adozione di variante al vigente PRG approvato con D.A. N° 83/77, e con successivi D.A. N° 121/83 e D.A. N° 585/91, nonché al nuovo PRG adottato con deliberazione di C.C. n° 33/2007, per l'attribuzione della destinazione urbanistica 2013 21 NOVEMBRE COMMISSIONE STRAORDINARIA DELIBERA GIUNTA 16 GIAMBRUNO UTC RELAZIONE TECNICCA ALLEGATA ALLA DELIBERA  FOGLIO 3 PART 95 506 507 508 509 510 593 511 512 96 218 SU CUI SONO STATE RILASCIATE LICENZE ADOZIONE VARIANTE URBANISTICA VIGENTE PRG 83 77 14 05 1977 E AL NUOVO PRG ADOTTATO DELIBERA C.C. 33 77 AREA TAORMINA VIA LIBERTA 130 Adozione di variante al vigente PRG approvato con D.A. N° 83/77, e con successivi D.A. N° 121/83 e D.A. N° 585/91, nonché al nuovo PRG adottato con deliberazione di C.C. n° 33/2007, per l'attribuzione della destinazione urbanistica 2014 16 OTTOBRE COMMISSIONE ARTA SERVIZIO 2 UNITA’ OPERATIV 2.1 PROTOCOLLO 20699 adozione variante al vigente prg area taormina rientra nei confini destinazione zone c2 aree prive di destinazione pp delibera c.c. 127 7.8.90 non vigente e sono state rilasciate diverse licenze edilizie soluzione nel nuovo prg

1990 27 DICEMBRE DECRETO ASSESSORIALE n. 212   per un importo complessivo di £. 800 milioni. IL progetto   un edificio sopraelevato al poliambulatorio, di proprietà della U.S.L. 56 di Carini, ubicato in via Mattarella. Fra il Comune e l’U.S.L. si apre un contenzioso che blocca l’opera, quindi si supera il problema quando Bologna dà l’incarico ai progettisti di ubicare l’edificio nella area di sedima adiacente a quella in origine prevista. Gli architetti hanno proceduto col prendere visione del nuovo sito che si estende per un area complessiva di mq. 1.848, infine il lavoro iniziale si conclude con una perizia che evidenzia una maggiorazione del costo dell’opera di £. 129.257.850. L’Amministrazione procede e dà l’incarico ai progettisti di predisporre nuovi elaborati proget-tuali da trasmettere all’Assessorato Regionale, lavoro che viene eseguito elaborando un progetto con tutte le indicazioni ricevute. E non solo, ma si da l’incarico a un professionista per predisporre gli atti necessari per gli espropri. 

1991 4 MAGGIO ASSASSINATO DALLA MAFIA ENZO BIG PUCCIO VINCENZO DI ISOLA DELLE FEMMINE VIA DANTE Enzo Big è stato ammazzato. La notizia della sua morte si è sparsa rapidamente negli ambienti della tifoseria del Palermo-calcio. Vincenzo Puccio, 35 anni, noto come Enzo Big dal nome dell' omonimo ristorante che gestiva, era un personaggio che in pochi anni aveva acquistato molta popolarità per la sua frequentazione con i giocatori e i tifosi del Palermo. Il suo locale, a poche centinaia di metri dallo stadio della Favorita, era punto di ritrovo dei rosanero e con alcuni di loro Enzo Big era fraterno amico. Vincenzo Puccio è il terzo titolare di ristorante che viene ucciso a Palermo nel giro di pochi mesi. Prima di Enzo Big erano stati assassinati Pietro Rosselli, titolare del Fico d' India ed Ezzine Abdelazzize, proprietario del frequentatissimo ristorante italo-tunisino Al Duar Tutti e tre vittime probabilmente del racket delle estorsioni Enzo Big è stato assassinato poco prima della 4 del mattino di ieri, lo hanno trucidato sotto casa, in via Dante, a Isola delle Femmine, una località balneare a quindici chilometri da Palermo. Venerdì notte dopo aver chiuso il ristorante Vincenzo Puccio aveva preso la sua Porsche Carrera dirigendosi verso casa. Giunto sotto la sua abitazione dopo aver parcheggiato l' automobile è stato raggiunto dalle scariche di lupara. E' morto all' istante. Nessuno ha sentito i colpi. Soltanto all' alba di ieri un anonimo ha telefonato ai carabinieri segnalando che in via Dante c' era un cadavere. La moglie di Enzo Big interrogata dai carabinieri ha detto di non aver sentito i colpi di fucile sparati dagli assassini del marito. Un delitto inspiegabile, senza un apparente motivo. Gli investigatori stanno scavando nella sua attività e tra le sue amicizie nel tentativo di trovare il bandolo dell' intricata matassa. Nessun precedente penale Enzo Big dedicava tutto il suo tempo alla gestione del ristorante. “LA REPUBBLICA”

1991 16 GIUGNO ELEZIONI AMMINISTRATIVE

1991 24 LUGLIO Ad avvalorare questa ipotesi la scomparsa, da quattro giorni, del fratello minore di Giuseppe Savoca, Salvatore, sparito dalla sua abitazione di Isola delle Femmine. Manca da mercoledì scorso, ma soltanto dopo il delitto il suocero si è deciso a denunciarne l' allontanamento. Una fuga dopo aver fiutato il pericolo? Alcune coincidenze, inquietanti, portano però su un' altra strada: lupara bianca. Salvatore, 28 anni, sorvegliato speciale, precedenti per rapina, esce di scena nello stesso giorno in cui si aprono le porte del carcere dell' Ucciardone per il fratello, in licenza premio per quattro giorni. Potrebbe trattarsi di una coincidenza dice il capo della Squadra mobile di Palermo, Arnaldo La Barbera ma considerando le modalità e la determinazione dell' esecuzione di Giuseppe Savoca, tutto fa supporre che possa trattarsi di un ordine ben preciso, che doveva essere eseguito con immediatezza. Un piano preordinato per far fuori i due fratelli? Un' ipotesi che ricorda molto da vicino la storia dei fratelli Puccio, assassinati nel maggio dello scorso anno, l' uno dopo l' altro: stavano cercando di riorganizzare il clan di Ciaculli contro il potere assoluto di Totò Riina. “LA REPUBBLICA”

1991 SINDACO DI MAGGIO VINCENZO

1992  14 GENNAIO BOLOGNA COMMISSARIO DC ISOLA DELLE FEMMINE CAPOGRUPPO TORRE IN CONSIGLIO COMUNALE 

1992  21 FEBBRAIO OPERA PUBBLICA IMPIANTO SPORTIVO AREA DI 16 MILA METRI QUADRATI CAMPI DI BASKET PALLAVOLO TENNIS BOCCE SPOGLIATOI LOCALI DI SERVIZIO GRADINATA 1000 POSTI A SEDERE  IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE VIABILITA’ VERDE PUBBLICO PIANTE E ADDOBBI  IMPRESA ICI SRL PALERMO  MUTUO DUE MILIARDI 500 MILIONI CASSA DEPOSITI PRESTITI 330 MILIONI LA SOMMA A CARICO DEL COMUNE DI ISOLA SINDACO DI MAGGIO VINCENZO MANNINO GIUSEPPE VICESINDACO  BOLOGNA STEFANO CAPOGRUPPO TORRE COMMISSARIO DC ISOLA DELLE FEMMINE

1992  29 MARZO SINDACO DI MAGGIO VINCENZO MANNINO GIUSEPPE VICESINDACO  BOLOGNA STEFANO CAPOGRUPPO TORRE COMMISSARIO DC ISOLA DELLE FEMMINE

1992 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE APPROVA LA DECADENZA DEL SINDACO DI MAGGIO VINCENZO    BOLOGNA STEFANO CAPOGRUPPO TORRE COMMISSARIO DC ISOLA DELLE FEMMINE

1992 17 APRILE SINDACO MANNINO GIUSEPPE LASCIA IL POSTO DA CONSIGLIERE AL SUBENTRANTE IMPASTATO GIOVANNI LA GIUNTA FORMATA DA  ALESSANDRO GIUCASTRO ORAZIO PUCCIO GIUSEPPE BENITO AIELLO ANTONIO SCALA COSIMO PAGANO    BOLOGNA STEFANO CAPOGRUPPO TORRE COMMISSARIO DC ISOLA DELLE FEMMINE

1992 30 APRILE OPERA PUBBLICA ROTONDA SULA MARE PROGETTO ROSARIO SPECIALE ASTA PUBBLICA SADECO SRL BELMONTE MEZZAGNO 360 MILIONI FINANZIATO ASSESSORATO REGIONALE AL TURISMO RECUPERO AMBIENTALE DELLA ZONA (PIAZZA PITTSBURG) AMPLIAMENTO PIAZZA LATO MARE  SOTTOSTANTE SPAZIO POLIFUNZIONALE  RIPAVIMENTAZIONE CON POFIDO FONDANA PANCHINE FIORIERE LUCI AIUOLE MERCATO ITTICO SINDACO MANNINO GIUSEPPE LASCIA IL POSTO DA CONSIGLIERE AL SUBENTRANTE IMPASTATO GIOVANNI LA GIUNTA FORMATA DA  ALESSANDRO GIUCASTRO ORAZIO PUCCIO GIUSEPPE BENITO AIELLO ANTONIO SCALA COSIMO PAGANO    BOLOGNA STEFANO CAPOGRUPPO TORRE COMMISSARIO DC ISOLA DELLE FEMMINE

1992 23 MAGGIO MANNINO SINDACO A ISOLA DELLE FEMMINE  persero la vita il magistrato Giovanni FALCONE, sua moglie Francesca MORVILLO  e  i  tre agenti della scorta Vito SCHIFANI, Rocco DICILLO e Antonio MONTINARO.  L’eccidio, comunemente ricordato con l’espressione “strage di Capaci” in quanto verificatosi nei pressi dello svincolo autostradale di quel comune, in realtà venne compiuto su un  tratto  dell’autostrada  A29 che ricade nel territorio del comune di Isola delle Femmine. La strage sabato 23 maggio 1992 ore 17,56 48 secondi A19 autostrada punta raisi palermo La Barbera rimase al telefono per 325 secondi, quasi sei minuti. Arrivato al bivio per Partinico, chiuse la comunicazione. Il piano prevedeva che appena l’auto di Falcone fosse giunta all’altezza di un vecchio elettrodomestico abbandonato sul ciglio della strada, dalla collina qualcuno premesse il pulsante del radiocomando. «Per questo era importante la velocità delle auto. Per questo pensavo che Falcone si sarebbe salvato. Infatti le prime notizie che sentii alla radio dicevano che era solo ferito, che la dottoressa Morvillo riusciva addirittura a parlare. Invece più tardi seppi che era morto». Alla vista del corteo delle blindate, Brusca attivò il telecomando che causò l’esplosione: l’autostrada si aprì alle 17,56 e 48 secondi di quel sabato siciliano, inghiottendo il giudice antimafia, sua moglie e tre agenti di scorta. Gioacchino La Barbera, in quel momento, sentì la terra tremare e guardò indietro: vide un’enorme nuvola di fumo alzarsi nel cielo e prendere la forma di un fungo, «come quello della bomba atomica». La prima blindata del corteo, la Fiat Croma marrone, venne investita in pieno dall’esplosione e sbalzata dal manto stradale in un giardino di olivi a più di cento metri di distanza, uccidendo sul colpo gli agenti Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo, che furono orrendamente mutilati dall’impatto; la seconda auto, la Fiat Croma bianca guidata da Falcone, si schiantò contro il muro di cemento e detriti improvvisamente innalzatisi per via dello scoppio, proiettando violentemente Falcone e la moglie, che non indossavano le cinture di sicurezza, contro il parabrezza; rimasero lievemente feriti invece altri quattro componenti del gruppo al seguito del magistrato: l’autista giudiziario Giuseppe Costanza (seduto nei sedili posteriori della Fiat Croma bianca guidata dal giudice) e gli agenti Paolo Capuzza, Gaspare Cervello e Angelo Corbo, che sedevano nella Fiat Croma azzurra, la terza blindata del corteo. Si salvarono miracolosamente anche un’altra ventina di persone che al momento dell’attentato si trovavano a transitare con le proprie autovetture sul luogo dell’eccidio. La detonazione aveva provocato un’esplosione immane e una voragine enorme sulla strada. In un clima irreale e di iniziale disorientamento, altri automobilisti e abitanti dalle villette vicine dettero l’allarme alle autorità e prestarono i primi soccorsi tra la strada sventrata e una coltre di polvere.
Venti minuti dopo circa, Giovanni Falcone fu trasportato sotto stretta scorta di un corteo di vetture e di un elicottero dell’Arma dei Carabinieri presso l’ospedale civico di Palermo. Gli altri agenti e i civili coinvolti furono anch’essi trasportati in ospedale mentre la polizia scientifica eseguiva i primi rilievi e il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco provvedeva all’estrazione dalle lamiere dei cadaveri – resi irriconoscibili – degli agenti della Polizia di Stato di Schifani, Montinaro e Dicillo. Intanto la stampa e la televisione avevano iniziato a diffondere la notizia di un attentato a Palermo e il nome del giudice Falcone trovava via via conferma. L’Italia intera sgomenta, trattenne il fiato per la sorte delle vittime con tensione sempre più viva e contrastante, sinché alle 19:05, a un’ora e sette minuti dall’attentato, Giovanni Falcone muore dopo alcuni disperati tentativi di rianimazione, a causa della gravità del trauma cranico e delle lesioni interne. Francesca Morvillo morirà anch’essa, intorno alle 22:00.

1992 7 LUGLIO MANNINO SINDACO STEFANO BOLOGNA CAPOGRUPPO TORRE deliberazione di G.M. n. 215 del 07/07/1992 riscontrata legittima dalla C.P.C. di Palermo nella seduta del 28/08/1992 con Dec. N. 37788/43144, è stato approvato il progetto dei lavori di prolungamento e sistemazione di via Di Maggio fino al Corso Italia e relative opere connesse dell'importo complessivo di £ 50.078.231, di cui £ 27.615.005 per lavori a base d'asta e £ 22.463.226 per somme a disposizione dell'amministrazione e tra questi £ 16.908.625 per espropriazione terreni, imputando la somma sul capitolo 2905 "spese per lavori pubblici finanziate con gli oneri di urbanizzazione"del bilancio 1992.

1992 3 SETTEMBRE OPERA PUBBLICA PARCHEGGIO DAVANTI PISTA PATTINAGGIO DOPO LA VILLA PIANO PONENTE LA VILLETTA NEI PRESSI DEL PORTO E LA ROTONDA A MARE SISTEMAZIONE SPAZIO ANTISTANTE LA PISTA DI PATTINAGGIO A PIANO LEVANTE FINANZIATO DALL’ASSESSORATO REGIIONALE L TURISMO

1992 SINDACO DI MAGGIO  DIMESSOSI ANCHE DA CONSIGLIERE TORRE PER UNA CONDANNA 1988 A SETTE MESI  VICESINDACO ALESSANDRO GIUCASTRO ASSESSORI IMPASTATO GIOVANNI E ORAZIO PUCCIO

1992 10 SETTEMBRE BOLOGNA SINDACO DELIBERA GIUNTA 297 INCARICO AVV COSTA VIA DANTE PALERMO  CONTROVERSIA COMUNE DI ISOLA IMPRESA BANDIERA SALVATORE 2010 30 DICEMBRE PORTOBELLO SINDACO DETERMINA 121 1 SETT  spese controversia contro impresa Bandiera Salvatore

1992 20 OTTOBRE MANNINO SINDACO rilasciata ai sig.ri Fanale  Antonino e Siino Maria Rita con cui viene autorizzata la costruzione di un edificio a tre piani fuori terra, oltre al piano cantinato, per uso civile abitazione sull’immobile sito in Isola delle Femmine, via Libertà, angolo Passaggio del Mandorlo, in catasto f. 1 pp. Nn. 163 e 263. il Comune rilasciato la concessione edilizia nonostante il terreno sul quale dovrà insistere la futura costruzione appartenga indivisamente anche Billeci Salvatore 1937 titolare della  ditta Saliceto S.r.l. BRUNO PIETRO 18 11 1946 VIA ROMA 110 ISOLA SOCIO VASSALLO GIUSEPPE 1959 SOCIO FIGLIO DI VINCENZO BILLECI VINCENZO 1969 o violazione del diritto demaniale in quanto l’immobile ricade in parte su regia trazzera appartenente al demanio regionale. Con la sentenza n. 2759/2000 in data 24
maggio 2000 del Tribunale di Palermo veniva riconosciuto a Billeci Salvatore  il diritto di proprietà su 1/18^ dell’immobile sul quale è stata assentita la realizzazione dell’intervento edilizio.

1992 15 NOVEMBRE MANNINO SINDACO DELIBERA GIUNTA 392 DISCIPLINARE DI INCARICO ING MANGIARDI ENRICO ELABORAZIONE PRG P.E. REGOLAMENTO EDILIZIO  1999 10 NOVEMBRE SINDACO BOLOGNA STEFANO  ENRICO MANGIARDI PROGETISTA PRG ISOLA COMUNICA AL SINDACO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO AI CAPI GRUPPI CONSILIARI ASSESSORATO AMBIENTE SICILIA NOTA PROTOCCOLO ISOLA 11 NOVEMBRE 99 “RESTITUZIONE PRG PER RIELABORAZIONE TOTALE  disponibile a provvedere alla totale rielaborazione del PRG PE e Regolamento Edilizio secondo le direttive del voto CRU 187, senza onere per l’Amministrazione Comunale di quanto dovuto ai sensi dell’art 15 d) del disciplinare di incarico di cui alla delibera di D.M. 392 del 15 11 1992 DOPO VOTO CRU 187 DEL 23 SETTEMBRE 1999  PRG ISOLA DELLE FEMMINE PROTOCOLLO 2667 USTICANO INGNERE RAPPA ROCCO  1999 Il Sindaco di allora con una sua ordinanza rende efficace “ope legis” (per il dettato della legge) il P.R.G. redatto dall’Ing. Enrico Mangiardi per decorrenza dei termini (più di 270 giorni dalla trasmissione all’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente ai sensi dell’art. 4 comma 1 L.R. n. 71/78).   Durante la validità di detto P.R.G. vengono rilasciate concessioni edilizie per edificazione di immobili su aree trasformate da “non edificabili” ad “edificabili”

1992 25 novembre delibera di giunta 392 incarico all’ingegnere magiardi redazione piano regolatore generale regolamento edilizio prescrizioni esecutive

1992 27 NOVEMBRE  SINDACO MANNINO GIUSEPPE SOSPESO PER DUE MESI (APPROPRIAZIONE DI CIRCA 20 CASSONETTI IMMONDIZIA FUORI USO DEL COMUNE 

1992 MANNINO SINDACO GEMELLAGGIO ISOLA DELLE FEMMINE PITTSBURG STEFANO BOLOGNA GIOVANNI IMPASTATO MANNINO GIUCASTRO BRUNO PIETRO POMIERO CONSEGNA CHIAVI CITTA’

1992 GEMELLAGGIO ISOLA DELLE FEMMINE PITTSBURG STEFANO BOLOGNA GIOVANNI IMPASTATO CONSEGNA CHIAVI CITTA’ Infine, il sindaco ha riconosciuto Pittsburg = s Sister Cities  Isola Delle Femmine (1992)

1993 2004 BOLOGNA SINDACO con la lista Isola per Tutti  il 2000 dimissioni forzate dell’assessore Rocco Rappa

1993 18 gennaio MANNINO SINDACO INGEGNERE ROCCO RAPPA COMMISSIONE EDILIZIA

1993 27 gennaio il Sindaco Mannino Giuseppe viene reintegrato

1993 28 GENNAIO INGEGNERE RAPPA ROCCO COMPONENTE DELLE COMMISSIONE EDILIZIA COMUNALE   DI MAGGIO VINCENZO

1993 13 FEBBRAIO  SINDACO MANNINO GIUSEPPE VIENE REINTEGRATO NELLA SUA FUNZIONE DOPO LA SOSPENSIONE DI DUE MESI

1993 27 FEBBRAIO OPERA PUBBLICA PROLUNGAMENTO VIA DI MAGGIO SINO A CORSO ITALIA 27 MILIONI 600MILALIRE COTTIMO FIDUCIARIO SALVATORE GRAZIANO ISOLA DELLE FEMMINE  SINDACO MANNINO GIUSEPPE VIENE REINTEGRATO NELLA SUA FUNZIONE DOPO LA SOSPENSIONE DI DUE MESI 

1993 FEBBRAIO L’OPERAZIONE “GRANDE FALCO” partendo dal presupposto che sul territorio di Isola delle Femmine Capaci coinvolto nell’esplosione e comunque che qualcuno degli abitanti della zona, anche in considerazione degli esiti delle consulenze tecniche che avevano  evidenziato la necessità di una fase preparatoria alla strage, avesse potuto notare delle circostanze sospette non riferite all’A.G. per timore di ritorsioni - si è proceduto all’identificazione di tutte le persone aventi la disponibilità, a qualunque titolo, di terreni e fabbricati insistenti nel teatro della strage al pari di colore che, sul posto, vivo e/o lavorano stabilmente.  L’operazione di controllo, denominata “GRANDE FALCO”, è stata portata a termine dagli organi operanti, in diverse fasi; sono state eseguite perquisizioni locali e sono state assunte a sommarie informazioni le persone ritenute a conoscenza dei fatti.  Tale mezzo di ricerca delle prove è stato poi integrato con la successiva convocazione innanzi al P.M. dagli stessi soggetti contemporaneamente all’esecuzione di attività intercettazione (cfr. Faldoni dal nr. 20 al nr. 20/C/compresi).  Tra gli obiettivi interessati assumeva               articolare rilevanza la ditta “S.I.A. Srl” risultata avere la disponibilità di ampi immobili adibiti ad allevamenti agricolo, siti in Isola delle Femmine in località adiacente al cunicolo all’interno del quale è stato collocato l’esplosivo.  La stessa è risultata avere come amministratore unico ROMEO Salvatore nativo di Altofonte, che gestisce la società unitamente al fratello Nicolò (ROMEO Salvatore risulterà poi essere il proprietario di un appartamento sito in Altofonte locato a GIOE’ Antonino prima che questi venisse tratto di arresto su provvedimento dell’A.G. di Palermo ).  In tale opera di monitoraggio veniva inoltre coinvolto il mobilificio “Srl MOBILUXOR” il cui amministratore unico, LONGO Erasmo, è padre di LONGO Gaetano (già sindaco di Capaci, ucciso nel 1978 e sospettato di appartenere a sodalizi mafiosi) e di LONGO Michele (coniugato con Maria Rita DI CARLO figlia di Giulio, noto boss della famiglia di Altofonte attualmente detenuto

1993 17 MARZO BOLOGNA SINDACO AUTORIZZAZIONE 9683 LUCIDO NAZZARENA

1993 3 APRILE  BOLOGNA SINDACO CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1992 25 novembre delibera di giunta 392 incarico all’ingegnere magiardi redazione piano regolatore generale regolamento edilizio prescrizioni esecutive

1993  21 APRILE SINDACO MANNINO GIUSEPPE ASSESSORE TURISMO IMPASTATO GIOVANNI STEFANO BOLOGNA CAPOGRUPPO CONSILIARE TORRE  CONSIGLIERI TORRE COSTITUZIONE GRUPPO ANNIVERSARIO STRAGE FALCONE 23 MAGGIO CONSIGLIERI TORRE IOLANDA FRICANO MAURIZIO BISSO CONSIGLIERI MINORANZA SALVATORE DIONISI SALVATORE GRADINO   GIUSEPPE D’ANGELO ANTONINO CATANIA COORDINATI DA STEFANO BOLOGNA

1993 22 GIUGNO OPPOSIZIONE NUOVA ISOLA  CAPOGRUPPO ALIBANI CLAUDIO MAGGIORANZA TORRE CAPOGRUPPO STEFANO BOLOGNA

1993 22 LUGLIO SINDACO STEFANO BOLOGNA 32 ANNI RICOPRIVA LA CARICA DI CAPOGRUPPO DEL GRUPPO CONSIGLIARE TORRE  ASSESSORI ALESSANDRO GIUCASTRO GIUSEPPE MANNINO COSIMO PAGANO ORAZIO PUCCIO EGIDIO FERRARA VOTANO CONTRO OPPOSIZIONE NUOVA ISOLA ALIBANI CLAUDIO SALVATORE GRADINO ASSENTE FERRANTE GIUSEPPE

1993 28 SETTEMBRE SINDACO STEFANO BOLOGNA

1993 18 NOVEMBRE BOLOGNA SINDACO deliberazione di G.C. n. 364 del 18/11/1993 riscontrata legittima dal Co.Re.Co. nella seduta del 16/12/1993 con dec. N. 445, con la quale è stato approvato il piano particellare di esproprio che prevede la rideterminazione dell'indennità provvisoria di espropriazione in conformità all'art. 5/bis della L. 359/92 per l'importo di £ 11.622.000, nonché la somma di £ 4.760.000 per le competenze tecniche relative al completamento delle procedure espropriative delle aree interessate dai lavori, il cui incarico è stato affidato al p.a. Giovanni Paleologo con delibera G.C. n. 365/93; 1992 7 LUGLIO MANNINO SINDACO STEFANO BOLOGNA CAPOGRUPPO TORRE deliberazione di G.M. n. 215 del 07/07/1992 riscontrata legittima dalla C.P.C. di Palermo nella seduta del 28/08/1992 con Dec. N. 37788/43144, è stato approvato il progetto dei lavori di prolungamento e sistemazione di via Di Maggio fino al Corso Italia e relative opere connesse dell'importo complessivo di £ 50.078.231, di cui £ 27.615.005 per lavori a base d'asta e £ 22.463.226 per somme a disposizione dell'amministrazione e tra questi £ 16.908.625 per espropriazione terreni, imputando la somma sul capitolo 2905 "spese per lavori pubblici finanziate con gli oneri di urbanizzazione"del bilancio 1992.

1993 28 NOVEMBRE BOLOGNA SINDACO IL PIANO PARTICOLAREGIATO DEL COMPARTO 1 DELLE ZONE C DEL PRG ADOTTATO DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 105 DEL 28 NOVEMBRE 1993 ADOZIONE REVOCATA CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N 10 DEL 28 FEBBRAIO 1997 GUIDATA DAL SINDACO BOLOGNA 2003 5 MAGGIO BOLOGNA SINDACO ALBERT ESPOSTO ABUSIVISMO 4 VILLINI BOLOGNA GAETANO PADRE DEL  SINDACO FASCIA RISPETTO COSTIERO CONTRO LETTERA A ART 15 LR 78 76  DAI RILIEVI AEROGRAFICI RISULTA CHE LA PROPRIETA’ BOLOGNA E’ DENTRO LA FASCIA DI RISPETTO  COSTIERO COMPARTO 1 ZONE C DEL PRG LA LEGGE 71 27 12 78 REGOLA L’EDIFICAZIONE MEDIANTE LA REDAZIONE DEI PIANI PARTICOLAREGGIATI E/O PIANI DI LOTIZZAZIONE. 

1993 2 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO P.R.G. DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 106 ADOZIONE SCHEMA DI MASSIMA 1993 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1993 3 APRILE  BOLOGNA SINDACO CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1992 25 novembre delibera di giunta 392 incarico all’ingegnere magiardi redazione piano regolatore generale regolamento edilizio prescrizioni esecutive

1993 31 DICEMBRE BOLOGNA STEFANO SINDACO 31 dicembre 1993 sono decaduti i vincoli preordinati all'espropriazione ed i vincoli che comportano inedificabilità, contenuti negli strumenti urbanistici generali ai sensi dell'art. 1 della legge regionale 5 novembre 1973, n. 38, già oggetto di proroga in virtù dell'art. 2 della legge regionale 30 aprile 1991, n. 15 e dell'art. 6 della legge regionale 12 gennaio 1993, n. 9.


1993 2005 BOLOGNA sindaco eletto nelle  tornate  amministrative  del  1993  e  1998  ha successivamente svolto fino al 2006, le funzioni di vice sindaco; tre degli attuali (n.b.2012) componenti della giunta ed il presidente del  consiglio comunale  hanno  rivestito   cariche   politiche   nella   precedente consiliatura.


1994 25 GENNAIO BOLOGNA SINDACO DELIBERAZIONI CONSIGLIO COMUNALE 2-3 29 GENNAIO -36 30 MARZO RISCONTRATE LEGITTIME DAL CO.RE.CO.  ADOZIONE P.R.P. REDATTO 1993 2 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO P.R.G. DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 106 ADOZIONE SCHEMA DI MASSIMA 1993 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI. 1993 2 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO P.R.G. DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 106 ADOZIONE SCHEMA DI MASSIMA 1993 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1993 3 APRILE  BOLOGNA SINDACO CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1992 25 novembre delibera di giunta 392 incarico all’ingegnere magiardi redazione piano regolatore generale regolamento edilizio prescrizioni esecutive

1994 29 GENNAIO BOLOGNA SINDACO MANGIARDI PROGETTISTA P.R.G. RISCONTRATE LEGITTIME DAL CO.RE.COM SEZ CENTRALE DI PALERMO RISPETTIVAMENTE CON DECISIONI 2823 3342 DEL 22.03.94 2822 DEL 22.03.94 5181 5344 DEL 21 APRILE 1994 IL PRG E’ STATO ADOTTATO 1994 25 GENNAIO BOLOGNA SINDACO DELIBERAZIONI CONSIGLIO COMUNALE 2-3 29 GENNAIO -36 30 MARZO RISCONTRATE LEGITTIME DAL CO.RE.CO.  ADOZIONE P.R.P. REDATTO 1993 2 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO P.R.G. DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 106 ADOZIONE SCHEMA DI MASSIMA 1993 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI. 1993 2 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO P.R.G. DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 106 ADOZIONE SCHEMA DI MASSIMA 1993 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1993 3 APRILE  BOLOGNA SINDACO CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1992 25 novembre delibera di giunta 392 incarico all’ingegnere magiardi redazione piano regolatore generale regolamento edilizio prescrizioni esecutive

1994  18 MARZO BOLOGNA SINDACO autorizzazione in sanatoria rilasciata Comune di Isola delle Femmine Rita Bartola Cardinale, Anna Maria Lucido e Silvia Lucido via Vito Schifani nn. 3, 5 e 7, foglio di mappa n. 3, p.lla n. 2258, sub 1 e 2, realizzato in data antecedente al 1942 con autorizzazione edilizia in sanatoria del 18 marzo 1994, emessa dal Comune di Isola delle Femmine, erano state assentite una tettoia costituita da n. 6 pilastri in cemento armato e un solaio in latero-cemento (di ml 4,60 x 7,30 ed un’altezza di ml. 3,30), realizzate dal marito e padre delle ricorrenti

1994 6 APRILE BOLOGNA SINDACO EDILROMEO LICENZA EDILIZIA 9 1990 3 AGOSTO 1992 PROGETTO VARIANTE BRUNO MARIA NOTO ALBERT

1994 9 APRILE  Sindaco Stefano Bologna  

1994 BOLOGNA SINDACO Il P.R.G. viene adottato dal Consiglio Comunale, il 1994  PROGETTISTA era Ing. Enrico Mangiardi, Si deve attendere il 1997 affinché Il Consiglio Comunale approvi le prescrizioni esecutive (Piani Particolareggiati zone B – D – E) e li trasmetta all’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente 1994 25 GENNAIO BOLOGNA SINDACO DELIBERAZIONI CONSIGLIO COMUNALE 2-3 29 GENNAIO -36 30 MARZO RISCONTRATE LEGITTIME DAL CO.RE.CO.  ADOZIONE P.R.P. REDATTO 1993 2 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO P.R.G. DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 106 ADOZIONE SCHEMA DI MASSIMA 1993 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI. 1993 2 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO P.R.G. DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 106 ADOZIONE SCHEMA DI MASSIMA 1993 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1993 3 APRILE  BOLOGNA SINDACO CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI 1992 25 novembre delibera di giunta 392 incarico all’ingegnere magiardi redazione piano regolatore generale regolamento edilizio prescrizioni esecutive

1994 14 GIUGNO BOLOGNA SINDACO DELIBERA GIUNTA AFFIDAMENTO PALESTRA BODY CENTER   2003 21 MARZO BOLOGNA SINDACO IL VICE PORTOBELLO RINNOVA AFFIDAMENTO PALESTRA   RISO NAPOLEONE LUCIDO ANTONINO LUCIDO MARIA  STELLA

1994 1 LUGLIO BOLOGNA SINDACO LA FATA MARIA ANTONIA VIALE MARINO 10 CONTRADA TORRE 1994  INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4 18579 PRESENTATA COLA SERGIO ALLEANZA NAZIONALE  IN DATA  1998 1 LUGLIO 

1994  26 SETTEMBRE  Sindaco Stefano Bologna  ROCCO RAPPA ASSESSORE LL.PP.

1994  9 NOVEMBRE BOLOGNA SINDACO CONCESSIONE AREA CIMITERIALE LOTTO 7A REPERTORIO 615  LUCIDO ANTONINO CUGINO DEL SINDACO

1994 12 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO NOTA PREFETTURA PALERMO RICHIESTA NOTIZIE REGOLARITA’ AUTORIZZAZZIONI RILASCIATE LUNGOMARE SARACENI 1998 22 OTTOBRE BOLOGNA SINDACO CATALDO VICE SINDACO AIELLO PAOLO PORTOBELLO GASPARE INGEGNERE RAPPA ROCCO PUCCIO PAOLO SEGRETARIO DELIBERA GIUNTA 268  IMPEGNO DI SPESA IMPEGNO DI SPESA ACCONTO AVV DOMENICO CATALANO  FATTURA ACCONTO PERVENUTA 15 OTTOBRE 1998 PROTOCOLLO 12195  24 MILIONI 480 MILA LIRE FATTURA ACCONTO  PERVENUTA 20 APRILE 98 PROT 4585 6 MILIONI 408 MILA 869  DI LIRE  PROTOCOLLO COMUNE 2263 24 FEBBRAIO RICHIESTA LIQUIDAZIONE PARCELLA DEL 16 FEBBRAIO 98 LIRE 43 MILIONI 902 MILA 076 LIRE RELAZIONE RILIEVI AEREOFOTOGRAMMETRICI  A FAR DATA 1973 LIDI BALNEARI CHE SI SONO ADEGUATI LIDO DEL FERROVIERE MILENA SNC EX 4 BUNGALOW MIRAMARE PARERE ORDINE DEGLI AVVOCATI ONORARIO 37 MILIONI 251 MILA LIRE      DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 41 CONFERIMENTO PROCURA CONTRO REGALORITA’ INSEDIAMENTI BALNEARI SUL LITORALE DI ISOLA  STUDIO LEGALE ASSOCIATO DOMENICO CATALANO S. ZANGHI’ USTICANO FRANCESCA INGEGNERE “ quando sia stato imposto il vincolo, i Sindaci non possono concedere licenza se non previo parere favorevole avviso della Soprintendenza” articolo 25 del R.D. 3/6/1940 n 1357 –Regolamento di applicazione della legge 29 giugno 1939 n 1497- …la concessione edilizia per l’esecuzione di opere nel demanio marittimo è rilasciata dal Sindaco sempreché l’opera proposta non contrasti con gli strumenti urbanistici adottati, con la L.R. 78/76, e sempreché il richiedente abbia ottenuto la concessione demaniale senza la quale nessuna concessione edilizia può essere rilasciata dal sindaco essendo quest’ultima subordinata alla prima

1995 9 FEBBRAIO BOLOGNA SINDACO GIUCASTRO ALESSANDRO MANNINO GIUSEPPE AIELLO GIUSEPPE BENITO PAGANO COSIMO PUCCIO ORAZIO PIAZZA GIUSEPPE SEGRETARIO DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 41 CONFERIMENTO PROCURA CONTRO REGALORITA’ INSEDIAMENTI BALNEARI SUL LITORALE DI ISOLA  STUDIO LEGALE ASSOCIATO DOMENICO CATALANO S. ZANGHI’ USTICANO FRANCESCA INGEGNERE “ quando sia stato imposto il vincolo, i Sindaci non possono concedere licenza se non previo parere favorevole avviso della Soprintendenza” articolo 25 del R.D. 3/6/1940 n 1357 –Regolamento di applicazione della legge 29 giugno 1939 n 1497- …la concessione edilizia per l’esecuzione di opere nel demanio marittimo è rilasciata dal Sindaco sempreché l’opera proposta non contrasti con gli strumenti urbanistici adottati, con la L.R. 78/76, e sempreché il richiedente abbia ottenuto la concessione demaniale senza la quale nessuna concessione edilizia può essere rilasciata dal sindaco essendo quest’ultima subordinata alla prima

1995 14 MAGGIO ELEZIONI AMMINISTRATIVE LISTE CANDIDATI ELETTO SINDACO STEFANO BOLOGNA LISTA ISOLA PER TUTTI: STEFANO BOLOGNA SINDACO AIELLO PAOLO CATALDO ERASMO DETTO ORAZIO CUTINO M GRAZIA DETA MARINELLA DIONISI VINCENZO FAVALORO PIETRO LUCIDO MICHELE MICALI MARIA LETIZIA NEVOLOSO SALVATORE PALAZZOLO ANTONINO PORTOBELLO GASPARE RAPPA ROCCO RUBINO ANTONINO RUSSELLO GIUSEPPE SANSONINI ORAZIO VIRGA MARIA DETTA MARIOLINA LISTA BUON GOVERNO SINDACO ALBERTO ACIERNO 32,6% ARCILESI ANTONINO CUTINO GIUSEPPE CUTRERA GIANFRANCO D’ANGELO GIUSEPPE FERRARA TERESA FRICANO IOLANDA GRAZIANO SALVATORE IMPASTATO GIOVANNI MANNINO ANGELO MANNINO VINCENZO MUSOTTO EUGENIO PELAEZ PIETRO RUBINO AURORA SIINO GIUSEPPE TAOMINA BENEDETTO     LISTA PESCATORI DI ISOLA CANDIDATO SINDACO MARIA ANTONIETTA BRUNO AIELLO ORAZIO BILLECI BRUNO PUCCIO ANTONINO QUARTANA LUCIANO RISO PIETRO LUCIDO ORAZIO CRISCI FRANCESCO BRUNO SALVATORE INSERILLO GIUSEPPE LO PICCOLO VINCENZO INSERILLO GREGORIO FERRANTE ORAZIO BRUNO GIOVANNI GRADINO SALVATORE DAVI’ MICHELE 

1995 SINDACO STEFANO BOLOGNA

1995 10 OTTOBRE BOLOGNA SINDACO Consiglio Comunale con le deliberazioni nn. 55 – 56 – 57 – 58 – 67 – 72 respinge P.R.G.

1995 11 OTTOBRE BOLOGNA SINDACO  in toto tutte le opposizione e/o osservazioni presentate al progetto P.R.G. dai cittadini di Isola delle Femmine

1995 16 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO PROTOCOLLO 14785 RINNOVO AUTORIZZAZIONE 9683 LUCIDO NAZZARENA 1993 17 MARZO BOLOGNA SINDACO AUTORIZZAZIONE 9683 LUCIDO NAZZARENA   

1996 11 GENNAIO   Sindaco Stefano Bologna  

1996 19 FEBBRAIO BOLOGNA SINDACO COSTITUZIONE DITTA SALICETO S.r.l. Billeci Salvatore 1937 titolare BRUNO PIETRO 18 11 1946 VIA ROMA 110 ISOLA  SOCIO VASSALLO GIUSEPPE 1959 SOCIO FIGLIO DI VINCENZO BILLECI VINCENZO 1969 2005 MAGGIO BOLOGNA SINDACO SEQUESTRO BENI MAFIOSI PIETRO BRUNO 18 NOVEMBRE 1946  VIA ROMA ISOLA DELLE FEMMINE VILA NELLA LOTTIZZAZIONE DIMATTEO PIETRO E ALTRI CONVENZIONE 19.09.86 1996 19 FEBBRAIO BOLOGNA SINDACO COSTITUZIONE DITTA SALICETO S.r.l. Billeci Salvatore 1937 titolare BRUNO PIETRO 18 11 1946 VIA ROMA 110 ISOLA  SOCIO VASSALLO GIUSEPPE 1959 SOCIO FIGLIO DI VINCENZO BILLECI VINCENZO 1969

1996 BOLOGNA SINDACO INGEGNERE FRANCESCA USTICANO Consulenza tecnica inerente l’accertamento della regolarità amministrativa ed urbanistica degli stabilimenti balneari del lungomare del Comune di Isola delle Femmine (PA) per il riordino del litorale con la eliminazione di tutti gli insediamenti abusivi in collaborazione con lo Studio Legale Associato D. Catalano – C.S. Zanghì. Ingegnere Usticano Francesca  “ quando sia stato imposto il vincolo, i Sindaci non possono concedere licenza se non previo parere favorevole avviso della Soprintendenza” articolo 25 del R.D. 3/6/1940 n 1357 –Regolamento di applicazione della legge 29 giugno 1939 n 1497- …la concessione edilizia per l’esecuzione di opere nel demanio marittimo è rilasciata dal Sindaco sempreché l’opera proposta non contrasti con gli strumenti urbanistici adottati, con la L.R. 78/76, e sempreché il richiedente abbia ottenuto la concessione demaniale senza la quale nessuna concessione edilizia puo’ essere rilasciata dal sindaco essendo quast’ultima subordinata alla prima

1996 14 FEBBRAIO  OMICIDIO D'AGOSTINO A PARTANNAERGASTOLO AI BOSS MAFIOSI  FRANCESCO BRUNO E LO PICCOLO  RICCOBONO ENEA PIOMBINO IMPASTATO MUTOLO GALLINA MICALIZZI

1996 18 MAGGIO BOLOGNA SINDACO NOTA PROTOCOLLO 3636 TRASMESSO ALL’ASSESSORATO PER APPROVAZIONE 1994 25 GENNAIO BOLOGNA SINDACO DELIBERAZIONI CONSIGLIO COMUNALE 2-3 29 GENNAIO -36 30 MARZO RISCONTRATE LEGITTIME DAL CO.RE.CO.  ADOZIONE P.R.P. REDATTO 1993 2 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO P.R.G. DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE 106 ADOZIONE SCHEMA DI MASSIMA 1993 3 APRILE CONSIGLIO COMUNALE P.R.G. DELIBERA 12 ADOZIONE DELLE DIRETTIVE GENERALI PER LA REDAZIONE  DEL PRG E DELLE PRESCRIZIONI

1996 14 LUGLIO SINDACO  BOLOGNA STEFANO Seicento fusti di lamiera contenenti materiale radioattivo sono stati scoperti dai carabinieri in un capannone apparentemente abbandonato a Isola delle Femmine PASSAGGIO DEL CONIGLIO, un paese a dieci chilometri da Palermo. La struttura, appartenente alla societa' "Ecorad", avrebbe funzionato come deposito di materiale radioattivo dal 1987 a oggi

1996 2 AGOSTO BOLOGNA SINDACO L’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente chiede chiarimenti sul P.R.G. e sulle Prescrizioni Esecutive Il Consiglio Comunale approva le prescrizioni esecutive  Piani Particolareggiati

1996 27 DICEMBRE BOLOGNA SINDACO MANNINO ANGELO CONSIGLIERE BOLOGNA STEFANO SINDACO 27 DICEMBRE 1996 SINDACO STEFANO BOLOGNA CONSIGLIERE MANNINO ANGELO 18 DICEMBRE 1996
Il SINDACO STEFANO BOLOGNA ACCUSA MANNINO CHE GLI SONO SFUGGITI GLI ULTIMI 10 ANNI DI DISFUNZIONE DELL’UFFICIO SANATORIE SE ANDIAMO  INDIETRO DI DIECI ANNI CI RITROVIAMO PRECISAMENTE NEL  1986 QUANDO CON LUI STEFANO BOLOGNA GAREGGIA IN LISTA ALBERT ?????